Utente 842XXX
Salve sono una ragazza di 22 anni, in famiglia ci sono casi di infarti aritmie e problemi legati al cuore.
Mia sorella si e operata di una triablazione, a causa si una tachicardia parossistica, non abbiamo avuto risposte esaurienti sulla causa di questa patologia, gli hanno solo detto che forse è nata già con una malformazione al cuore e che con la tiroide si è risvegliata.
Mio padre è morto per un infarto fulminante, e mia nonna soffriva di fibrillazione, mio zio (il gemello di mio padre) soffre di aritmie.
La mia domanda è questa, io le altre mie sorelle e mio fratello vorremmo farci degli accertamenti per sapere se è un fattore ereditario, se siamo a rischio anche noi, ma lo studio elettrofisiologico è un esame troppo invasivo.
Oltre questo studio cosa si puo fare per sapere lo stato di salute del nostro cuore? premetto che non beviamo e non fumiamo, e che non siamo sedentari.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
premettendo che non tutte le aritmie sono pericolose per la vita, e che alcune sono causate dalla disfunzione di altri organi come la tiroide, la vostra giusta preoccupazione, data la familiarità, richiede almeno preliminarmente uno studio basale del vostro cuore: visita, ECG, Holter ECG, Test da sforzo; seguito eventualmente da successive indagini più approfondite. Il consiglio è di recarvi ad un centro universitario o altamente specialistico, che possa osservarvi anche a distanza nel tempo.
Saluti