Utente 172XXX
Gentili medici, sono un ragazzo di 27 anni, fidanzato da piu' anni, con una vita sessuale sana, e fino a pochi giorni fa non ho mai avuto un problema di erezione; è da venerdì che pero' non riesco piu' ad avere un'erezione soddisfacente, e che anzi, svanisce quasi subito, e cio' accade anche di mattina, quando solitamente ho un'erezione spontanea. Certamente prima di trarre delle conclusioni attendero' un po' di tempo per vedere se il problema persiste, altrimenti mi rechero' da un andrologo. Premetto che da una settimana soffro di un costante bruciore diffuso allo stomaco. Un'altra cosa che ho subito e' stato il morso di un cane, piu' o meno 20 giorni fa, per il quale non mi sono preoccupato di rivolgermi ad un medico in quanto il cane era di piccola taglia e la ferita non era profonda. E' possibile che uno di questi due fatti possa essere collegato alla comparsa dell'improvvisa impotenza? Posso stare tranquillo riguardo alla natura temporanea del problema?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro signore,
dei cali di potenza sessuale isoltai possono succedere a tutti, non penso che il morso del cane centri, forse il bruciore allo stomaco può essere legato ad uno stato influenzale.
Se il problema dovesse persistere allora si rivolga ad un urologo
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...colpevolizzare un povero cane per una defaillance che dura da due giorni mi sembra una cattiveria per il cane...Sarei molto più possibilista sul fatto che,non convivendo con una donna,si possa,occasionalmente,inciampare in una prestazione non all'altezza...Affronti questa realtà con maturità e pensi positivo (fino a prova conraria).
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Caro utente,

quanto scrive fa pensare che lei stia attraversando un periodo in cui diverse problematiche "interiori" fonti di stress si stanno somatizzando ( lo stomaco e il sesso sono i bersaglipreferiti dello stress ).

Di solito l'esordio " a ciel sereno" di un problema sessuale ha una origine psicogena. Non per questo si preoccupi. Veda il morso del cane come un "segno" .

Vada dal suo medico di famiglia e gli parli di quantole sta succedendo . Sicuramente toverà una persona capace di aiutarla. Nel caso persistesse il problema sarà luisetsso ad indirizzarla ad uno specialista .

Cordilità

Dr Mirco Castiglioni
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
credo anch'io più ad un problema di stress che altro
le consiglierei una valutazione andrologica che l'aiuterà a capire meglio
[#5] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2006
Innanzitutto vi ringrazio per la prontezza con cui avete risposto! Per il resto, non sto attraversando un periodo particolarmente difficile, anzi, e non volevo colpevolizzare il cane, il fatto e' che non mi sono preoccupato di andare dal medico e non vorrei che mi avesse trasmesso qualche infezione, pensavo che fosse piu' banale, invece ancora oggi ho la zona circostante la ferita infiammata e "pulsante"... Il disturbo allo stomaco e' cominciato dopo una cena pesante a casa di un amico che tra l'altro era influenzato; per un paio di giorni non riuscivo a mangiare ed ora mi e' rimasto questo forte bruciore. Siccome fino ad oggi non ho accusato alcun problema di natura erettile (neanche in condizioni di malattia) pur avendo rapporti almeno due volte a settimana, e con, quasi ogni volta, piu' rapporti in successione, volevo capire se sia un fatto normale anche per chi non ha mai accusato disturbi o se si deve pensare ad una causa patologica e quindi provvedere di conseguenza. Con la mia ragazza non ho problemi comunicativi e assolutamente non mi vergogna il fatto di aver avuto un problema, insomma, ci conosciamo "abbastanza" da non aver il problema della "bella figura", e prima che sessualmente siamo molto legati sentimentalmente, ed escluderei il problema della "non-covivenza" visto che i rapporti avvengono sempre per desiderio reciproco ed in posti tranquilli quali la camera da letto.
Tornando alla sintomatologia, cio' che sento e' una "carenza di afflusso sanguigno", anche in condizioni normali il pene risulta piu' ritirato del solito, come puo' accadere ad es.dopo un forte sforzo fisico, come se il sangue fosse impegnato in altre parti del corpo; per questo ho menzionato il bruciore allo stomaco, puo' questo avere come conseguenza una carenza di afflusso di sangue verso il pene? Scusate se mi sono dilungato, e grazie ancora per aver risposto!
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...riparliamone fra una settimana...Auguri
[#7] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
credo che, in linea con i colleghi che mi hanno preceduto, sia opportuno avere un'adeguata sicurezza in tema di funzione sessuale: alcune difficoltà (e intal senso la sua pare essere tra queste) hanno caratteristiche assolutamente "di normalità". Vale a dire che non sono veri e propri disturbi ma rientrano in sporadiche e passeggere "problematiche". Qualora il sintomo persistesse le consigliere un approfondimento presso un Medico specializzato in Sessuologia.
Cordialmente
[#8] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2006
Grazie, quindi per ora non ci pensero', vi aggiornero' la prossima settimana.
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
aspettiamo sue nuove
saluti
[#10] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Spesso le improvvise disfunzioni erettili riconoscono diverse cause (sono multifattoriali) e l'emotrività, lo stress quotidiano e lavorativo hanno notevole peso. Il verificarsi di disfunzioni una tantum non è da considerare un problema anche nel giovane, al contrario il continuo ripresentarsi della disfunzione anche in assenza di condizionamenti "esterni" impone un controllo clinico specialistico presso un urologo/andrologo.
COrdiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#11] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2006
Venerdì mi sono recato dal medico che mi ha visitato, mi ha prescritto un gel antiacido (Gaviscon) e mi ha detto di pazientare... Nel frattempo i bruciori sono diminuiti e riesco nuovamente ad avere un erezione "a comando", tuttavia non riesco ad ottenere la piena rigidità del membro. Pensandoci, credo che il tutto possa essere stato causato dal fatto che nei giorni antecedenti la comparsa del problema, ed anche lo stesso giorno, facevo esercizio fisico all'aperto, ed il clima era freddo e ventoso (soffiava la bora), ed essendo sudato mi sono preso più di qualche gelata a causa della bora perlappunto... In questi giorni ho notato che i testicoli erano sempre dilatati e caldi a contatto, mentre normalmente li sento freddi. Ad oggi mi permane un leggero bruiciore nella zona bassa del ventre, sotto l'ombelico, con un po' di fastidio anche alla base del pene, inoltre eiaculando sento un leggero bruciore all'interno del pene; il glande inoltre appare "rugoso", come se la cute fosse secca, mentre di solito era liscio. Per ora proverò a bere delle tisane contro la cistite, e se il problema persistesse andrò a fare le analisi delle urine e del sangue. Tra l'altro alla mia ragazza le tocca fare la prossima settimana il pap-test, e farà anche l'esame batteriologico, così magari potrò avere qualche informazione in più. Vi terrò aggiornati e speriamo bene
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
visti i suoi "problemi" complessi confermo la necessità di una attenta valutazione andrologica diretta. Faccia come le signore quando consultano il loro ginecologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#13] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
lasciamo tranquillo quel povero cagnolino :), ma si faccia controllare clinicamente l'esito del morso. Tenga presente, per informazione generale visto che non mi sembra ormai il Suo caso, che in occasione di persone morsicate o graffiate da animali domestici o selvatici che possono essere infetti per la rabbia, deve essere intrapresa la vaccinazione post-esposizione, associata alla somministrazione di siero immune. In caso di morso poi va effettuata un’accurata pulizia della ferita con abbondante acqua e sapone e consultata prontamente una struttura sanitaria. Tutto questo non dipende dalla taglia del cane.
Si curi poi la Sua gastrite, esponendo al Suo Medico di famiglia gli altri sengi e sintomi clinici che ci ha descritto, ma tenga ben presente l'ottimo consiglio datoLe dal Collega GARBOLINO.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO

[#14] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con i colleghi che mi precedono
confermo la necessità di un'attemta vaòutazione andrologica
[#15] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2006
Finalmente e per fortuna la disfunzione erettile e' cessata completamente ...non mi resta che festeggiare! ;) Per quel che riguarda la cute del glande attendero l'esito degli esami della mia ragazza e nel frattempo provero' a farmi consigliare in farmacia un detergente opportuno. Per la gastrite sono in cura dal mio medico. Se non altro ho imparato che "puo' accadere" e se ci dovesse essere una prossima volta saro' piu' tranquillo. Vi ringrazio nuovamente dell'interessamento e del sostegno!
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tutto è bene quello che finisce bene!
Importante è non drammatizzare mai gli eventuali problemi sanitari che possono presentarsi. Un atteggiamento "drammatico" generalmente porta ad aggravare i sintomi e non aiuta a risolvere nulla.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#17] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
occorre essere attenti, precisi e prudenti di fronte ad ogni evento che può anche solo lontanamente intaccare il pieno stato di benessere psico-fisico di ogni individuo. Bene ha fatto ad interpellare il Suo medico di famiglia e il nostro Forum. Ritengo meno brillante l'idea di rivolgersi ad un farmacista per richiedere un qualche preparato. A tale proposito, e prima di ogni altra cosa, credo che l'ideale sarebbe programmare un controllo dermatologico. Se proprio lei non fosse d'accordo, almeno mettere in previsione quello Andrologico, sempre opportuno nella vita di noi maschi, dalla puberta alla senescenza.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#18] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2006
Avrei interpellato il farmacista solo per farmi consigliare un detergente opportuno, per vedere se fosse banalmente un problema di detergente appunto, prima di intraprendere altre strade. Per quel che riguarda i check-up andrologici ne ho gia' avuti piu' di uno, infatti un anno fa ho subito un intervento per correggere un varicocele ed una frenuloptomia a seguito della rottura del frenulo.
Grazie ancora
[#19] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
bene, Lei sta procedendo nel modo di certo più idoneo a salvaguardare nel tempo la funzione del Suo apparato genitale.
Mi sembra ottimamente orientato.
Affettuosi auguri per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO