Utente 188XXX
Gentile Dottore,
sono oramai da ottobre che ho sempre dolori nella zona fossa illiaca dx.i dolor sono costanti ma non fortissimi e spesso mi tira la gamba dx.ho fatto una visita ginecologica per escludere un problema ginecologico. io credo sia appendicite ma in pronto soccorso mi dicono che se nn ho febbre e vomito nn è.ho fatto varie ecografie e analisi ma nn ho risolto il problema.può essere un'appendicite retroversa o retrocecale? grazie anticipatamente x la risp.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
comprenderà la difficoltà di portLe fornire un'opinione a distanza.
La diagnosi di appendicite (non acuta) nella donna procede prevalentemente per esclusione di altre affezioni a carico degli organi pelvici.
Se non già eseguita un'ecografia rappresenta il primo passo.
Ma è opportuno che sia valutata da un Chirurgo dal vivo.
In Pronto Soccorso è possibile solo escludere patologie acute: quelle per l'appunto che si manifestano con vomito, febbre, ecc. e richiedono provvedimenti siagnostico-terapeutici d'urgenza.
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
da ottobre ecografie ne ho fatte 3, ma non si vede nulla.
in più ora ho la parte dx dura e un pò gonfia.la gamba continua a tirare. ho fatto anche la visita presso un chirurgo e mi ha detto che siccome non sapeva se era effettivamente appendicite mi avrebbero operata con laparoscopia. solo che avendo portato tutti i vati esami (emocromo,ves,urine,ecografie)ha visto ke ho ovaie microcistiche (e la ginecologa dice che le mie ovaie sono nate così e non provocano nessun problema) e mi ha detto che mi avrebbe "bombardato" le ovaie. al che io mi sono rifiutata di farmi operare perchè non ho visto un chirurgo serio. lei cosa crede che abbia?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Comprenderà la difficoltà di essere a distanza "più serio" del Chirurgo che l'ha visitata e soprattutto della sua Ginecologa ("le mie ovaie sono nate così e non provocano nessun problema").
Sinceramente non ho compreso cosa si intenda per "bombardare le ovaie". La policistosi ovarica può effettivamente comportare una sintomatologia ricorrente come quella riferita e sarebbe compito del Ginecologo fare le opportune valutazioni e, se necessario, prescrivere un trattamento opportuno (che esiste).
Altri accertamenti potrebbero successivamente rendersi utili (colonscopia), ma non è possibile considerarne la necessità e opportunità a distanza.
La ammissione del Chirurgo che "non sapeva se era effettivamente appendicite" non deve meravigliarla, trattandosi di una situazione di incertezza diagnostica tutt'altro che infrequente; il passo finale potrebbe effettivamente restare quello prospettato della laparoscopia diagnostico-terapeutica.