Utente 301XXX
buonasera cari dottori, vorrei esporre un problema di mio marito. ha 45 anni da circa 10 anni è in terapia con antiipertensivi per reni policisti ereditari negli ultimi anni si sono formati anche dei calcoli renali, in seguito ha avuto coliche e espulso un calcolo grande come un fagiolo, le analisi hanno definito di urati di calcio e di magnesio. in tutti questi anni con i dovuti controlli non ci sono stati peggioramenti, la pressione è buona e le cisti sempre uguali, io però ultimamente ho sentito parlare di aspirazione delle cisti, cos'è? e poi volevo anche sapere gentilmente quale dieta seguire per evitare la formazione di altri calcoli. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
4% attualità
20% socialità
CASSINO (FR)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara signora , la presenza di cisti multiple nel rene è un reperto abbastanza frequente, la cosa importante da fare è sottoporsi ad periodici controlli ecografici, ed a esami di funzionalità renale, per valuatare se tali cisti creano problemi al rene.
Nel caso che tali cisti crescano nel tempo o provochino alterazione della funzionalità renale e del parenchima allora si può optare per una terapia più interventista.
per quanto rigurada l'aspirazione in realtà è una sclerotizzazione cioè sotto guida ecografica e fluoroscopica si punge ( in anestesia locale ) tale cisti e si inietta all' interno una soluzione sclerosante es alcol che brucia le pareti e poi si aspira.
cmq prima di prendere qualunque decisione è opportuno che suo marito si sottoponga a visita urologica
P.s Che centrala la depressione con le cisti?
Cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
[#2] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2007
caro dottore. la ringrazio per l'informazione, non mi sembra di aver parlato di depressione nella mia richiesta, cmq mi chiedevo se allora l'intervento di aspirazione delle cisti e un intervento che risolve quache problema futuro oppure? considerato che il padre di mio marito è deceduto all'età di67 anni dopo 10 di dialisi,c'è qualche buona speranza che non si arrivi a questo? e ancora, avevo chiesto se c'era qualche dieta da seguire per evitare la formazione di calcoli che potrebbero peggiorare la situazione. i controlli periodici che fa risultano sempre invariati negli ultimi anni, funzionalità renale ed eco vanno bene,lo specialista però non ci ha mai parlato di aspirazione. grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Non esiste allo stato attuale un vero sistema di prevenzione della calcolosi.Nei soggetti con predisposizione alla litiasi urinaria l'unico vero consiglio è di bere adeguatamente da 1,5 a 2 litri d'acqua al giorno, ciò per facilitare la diluizione delle urine ed impedire la precipitazione di cristalli e la formazione di calcoli.
Il caso di suo marito, ovvero di policistosi renale bilaterale è complesso in quanto tale condizione predispone fortemente la formazione di calcoli, per cui suo marito dovrebbe seguire uno scrupoloso controllo clinico e ecografico dettato nel tempo da un urologo.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#4] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2007
grazie infinite