Utente 194XXX
Non sono sereno perchè dal 2008 da un'ecografia mi è stato diagnosticato una riduzione di volume dei reni.Dal 1990 ho avuto il valore della creatinina sempre uguale o poco superiore ai limiti max.Nel 1998 ho eseguito scintigrafia renale con DTPA.Immagini renali in sede,di morfologia e dimensioni conservate.Nella norma la curva di funzionalità dei due reni.GFR totale 108.2 ml/min.GFR rene sx 51,5 ml/min;GFR rene dx 56,7 ml/min.Dal 2000 eseguo ogni anno esame ecografico.Nel 2003 in seguito a colica renale mi è stata diagnosticata una idronefrosi di I° grado dx da calcolo renale uretrale dx. Nel 2008 la scintigrafia sequenziale renale evidenzia “reni in sede,di conservato flusso,con lievi difetti corticali focali in regione polare,un po’ più evidente a sx,regolare fase escretiva.GFR rene dx 38,39 ml/min;GFR rene sx 40,14 ml/min GFR totale normalizzato 73 ml/min/m2”.Da allora il mio medico curante mi ha prescritto una compressa di Triatec 5 mg/die.Nel 2009 eseguo una nuova scintigrafia sequenziale renale “Reni in sede di forma e dimensioni conservate normoirrorati e normofunzionanti,non ostacoli all’escrezione del tracciante.GFR rene dx 32 ml/min;GFR rene sx 31 ml/min.GFR totale normalizzato per età, sesso e peso 59 ml/min( v.n.>60 ml/min).Gli ultimi esami(dicembre 2010)evidenziano: creatinina 1,00 mg/dl,albumina 4,30 g/dl,sodio 136,potassio 4,39,calcio 9,6 magnesio1,91,fosforo 3,50,colesterolo 187.Esame urine:Clearance Urea 43,5 ml/min,Urea urinaria 783,0 mg/dl,Azotemia sierica 25,0 mg/dl.Clearance creatinina 99,75 ml/min,creatinina urinaria 79,0 creatinina sierica 1,1,proteinuria 0,10 diuresi delle 24h lt 2,0.Esame ematologico tutto nella norma tranne globuli bianchi 4,05 neutrofili 2,08 linfociti 1,49.Ho quasi del tutto eliminato l'assunzione di sale.Premetto che uno zio ha effettuato la dialisi.Ho 48 anni,ed ho molta paura di dover andare in dialisi.Una ecografia eseguita nel maggio 2010 evidenziava “Reni in sede ridotti di volume, rene dx DL 9,52 DAP 5,36 DT 4,66 rene sx DL 8,58 DAP 5,02 DT 5,17”.L'ultima ecografia(dicembre 2010)eseguita in una clinica diversa evidenzia."Entrambi i reni sono in sede,di dimensioni medie,con profili regolari e corticale di spessore uniforme,minimamente iperecogena.Cavità calico-pieliche bilateralmente non dilatate: nel loro contesto non si apprezzano immagini riferibili a formazioni calcolotiche tecnicamente rilevabili.Bilateralmente alcune piccole cisti,la maggiore di 2 cm a sinistra.Vescica quasi vuota.Prostata di dimensioni ai limiti superiori(26cc)con ecostruttura disomogenea.La mia domanda è:da circa 2 anni tutte le notti mi alzo per urinare(prima non accadeva).Perchè?Urino dopo circa 3 ore dall'assunzione di liquidi.E'normale?Generalmente bevo poco più di 1 lt d'acqua al giorno e sospendo dopo le 19,00.Vorrei eliminare il Triatec visto che non soffro di pressione alta(110-120/70-80)non fumatore,non cardiopatico,un po'sedentario.Sono alto 1,65 e peso 70kg.Necessito di dieta aproteica?Infinitamente grazie.
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Si tranquillizzi e non pensi alla dialisi.
Gli esami di funzione renale sono ancora ai limiti di norma; la proteinuria è pressochè assente. Non sappiamo quale sia la sua pressione, ma immagino che senza sale e con il ramipril essa sia mantenuta nei limiti.
Immagino non sia mai stato inquadrato da un nefrologo. Se questo può aiutarla a stare tranquillo, faccia una visita specialistica.
Il problema della nicturia dovrebbe essere correlato all'eventuale presenza di altri sintomi delle basse vie urinarie (mitto ipovalido, "fatica" ad iniziare la minzione) e all'esame obiettivo.

Non vedo indicazioni alla dieta aproteica.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Innanzitutto la ringrazio per la cortese e sollecita risposta.Effettivamente faccio un po' fatica ad iniziare la minzione.Pertanto,avrei ancora bisogno di qualche chiarimento.Limito l'assunzione di acqua dopo le 19(pur avendo sete)per non alzarmi la notte.Sbaglio?Quando/quanto dovrei bere per non "affaticare" i reni?La riduzione del GFR che cosa significa in proiezione futura?Da qualche mese avverto(saltuariamente dei piccolissimi dolori(punture di aghi) nel basso ventre, potrebbe significare qualcosa?Ecco perchè dopo aver letto le varie sintomatologie sul sito e i precedenti in famiglia, data la mia paura (perchè a volte la paura fa anche 100 non solo 90)ho concordato con il mio medico curante di effettuare nelle prossime settimane le analisi di rito(urine+antibiogramma, sangue e PSA).Non appena sarò in possesso dei risultati vorrei disturbarla nuovamente.Ancora,i valori pressori prima dell'assunzione del Triatec erano 110-120/70-80 (cioè molto simili a quelli attuali, anche se durante il trattamento con il Triatec avverto(specie durante il periodo estivo)un po' di mal di testa e stanchezza, tanto che la pressione risulta essere tra 100-105/60.E' necessario continuare con il Triatec?Dai controlli ecografici la prostata è stata sempre nei limiti (18-20 gr) tranne a dicembre 2010(26cc).Ho letto nel foglietto illustrativo del Triatec che il farmaco già di per sè provoca un aumento della quantità di urine.Le chiedo se prima dell'assunzione del Triatec la prostata era nei limiti perché mi alzavo la notte per urinare?Esiste una certa correlazione,tra l'aumento della quantità di urine(per via del farmaco) e le "levate" notturne?Ancora grazie per le assicurazioni e i consigli fornitemi.
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Chiaramente se beve in tarda serata, tenderà ad urinare di più di notte.
I sintomi che lei riferisce sono coerenti con infiammazione prostatica,per cui sarebbe consigliata una visita urologica con ecografia vescicale post-minzionale.
Il Triatec non aumenta la quantità di urine emesse (non è un diuretico). La pressione è bassina, e lei ne ha disturbi: ne parli con il suo medico.

E soprattutto, stia tranquillo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Egregio dottor Mangione, La ringrazio x la Sua riposta.Ho già fissato per il giorno 16 p.v. le analisi che le avevo indicato.Cercherò nella prossima settimana di fissare anche un appuntamento x un'ecografia post-minzinale come da lei consigliata.Se i valori pressori dovessero essere quelli che le ho confermato 110-120/70-80 posso elimare il Triatec? Un'ultima cosa se dovesse essere riconfermato l'aumento del volume della prostata esiste uno stile di vita o degli alimenti che possano favorire in un certo qual modo una dimunizione del volume della ghiandola prostatica, prima di dover iniziare una cura con farmaci? Non smetterò mai di ringraziarla per la serenità che mi sta dando dopo 2 anni di mortificazioni soprattutto psicologiche.Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Non è possibile variare una terapia farmacologica a distanza, conoscendo la sua situazione solo per quanto lei descrive. Se ritiene di sentire una seconda opinione circa la terapia prescrittale dal suo medico, senta il parere di uno specialista che la possa visitare.

L'alimentazione può influenzare l'entità dei sintomi, in particolare in casi di infiammazione prostatica, ma a mia conoscenza non ne riduce il volume.

Saluti,
[#6] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dottor Mangione, finalmente sono in possesso degli esiti degli esami effettuati.
L’ecografia renale ha evidenziato, reni in sede, ecostruttura iperecogena bilateralmente, rene dx 9 cm con cisti di 15mm; rene sx di 9 cm con cisti di 20 mm. Vescica nei limiti. Volume pre-minzionale 444ml, residuo post-minzionale assente volume di 10ml. Prostata di volume normale 20ml. L’urologo mi ha prescritto i seguenti esami: ripetere l’urinocoltura con atb, spermiocoltura con atb, tampone uretrale con ricerca gram+ e – e clamidia, uretrocistografia retrograda minzionale e post-minzionale. Per quanto riguarda gli esami di laboratorio i risultati sono i seguenti: urinocoltura: negativo, assenza di colonie. PSA totale 0.56 ng/ml (fino a 50 aa 0 – 2.5); PSA libero 0,16 ng/ml, Rapporto FPSA/TPSA 0,29%.Esame urine tutto nella norma, tranne la proteinuria delle 24h leggermente alta 0,19 g/24h (Valori di riferimento x sesso e età 0 – 0,15). Consideri che, la sera prima della raccolta delle urine, ho mangiato un bel po’ di dolci, e che la raccolta è terminata un paio di ore prima di quando fosse iniziata! Devo preoccuparmi? Esame del sangue tutto nella norma tranne per i linfociti 1,38 ( 1,5 – 5). Creatinina 1,00mg/dl (0,64-1,27), Albumina 4,00 g/dl (3,5-5,0), Potassio, cloro, calcio,sideremia,magnesio,fosforo tutto entro i limiti. Per poter eliminare l’ipotesi che il problema possa essere renale (quello che mi preoccupa di più) per cui mi alzo la notte per urinare, quali altri esami potrei eseguire? L’urologo ipotizza anche un probabile “restringimento” (se ho capito bene) dell’uretra. Grazie infinite.