Utente 749XXX
Buongiorno, prendo da qualche anno "Valium" (20 gocce) consigliato dal medico curante. Ho 62 anni e da diversi anni ho problemi di "addormentamento" per un'ansia generalizzata dovuta a svariate cause (non rimovibili) Quando, invece, mi sento piu' tranquillo per favorire il sonno prendo " Imovane 7,5 mg.". Capisco che questi farmaci andrebbero presi per brevi periodi ma, ormai, credo di non poterne fare a meno. Il mio medico curante dice di contin uare pure cosi'. In passato ho provato altri tranquillanti da prodotti naturali senza esito. Esistono altri prodotti analoghi che, a lunga assunzione, possano non dare assuefazione ed effetti collaterali? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
sem si trova bene così continui pure con il valium dato il basso indice di tossicità,quando la situazione ambientale sarà migliorata procederà ad un programma di interruzione del farmaco; personalmente non conosco la sua situazione ma per periodi prolungati quando si deve trattare disturbi di un certo tipo d'ansia e/o di depressione gli SSRI sono i farmaci di prima scelta;senza entrare in merito alle legittime considerazioni del suo medico che le ha prescritto i farmaci
[#2] dopo  
Utente 749XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la gentile risposta. Non mi e' chiaro se le "benzodiazepine" (Valium, Lexotan, Tavor, Xanax, ecc.) possano essere indicate anche per modeste ipertensioni.

Sappiamo che per la prevenzione (e la cura) dell'ipertenzione, quando non grave, si puo' iniziare curando la dieta, lo stile di vita, ecc. Ma e' noto che spesso l'ipertensione e' associata all'ansia (oltre alla depressione) In sostanza non e' possibile individuare un farmaco che possa aiutare nel ridurre l'ansia e, conteporaneamente, la pressione arteriosa ?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
certamente, gli ansiolitici si sono dimostrati salutari per il trattamento dell'ipertensione su base emotiva
[#4] dopo  
Utente 749XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta.