Utente 195XXX
Salve a tutti sono Roberto.
Partendo dalla mia adolescenza(13),fino ad oggi(25),ho avuto come si dice la mia prima cicatrice sulla pelle(mettere l'apparecchio).
Come buon smaritano ho seguito le regole che mi si imponevano,e decisi di fare questo passo,pensando che tutto questo era solo per la mia salute.
Non dimenticherò mai quel giorno.Propio li che prima di montare il tutto ebbe inizio l'estrazione di un premolare nella parte sinistra superiore.
Anestesia locale e pinza,un estrazione da macellaio,ma tutto bene.
Si procedeva con le bande,piastre ed archi.
Perfetto,non c'era che lamentarsi.
Bene ora dallo spazio vuoto ricavato dall'estrazione si tentava di fare questo procedimento;con delle molle a catenella montate sulle piastre
si doveva mettere in trazione gradualmente dente per dente verso la parte sinistra il tutto per riempire l'apertura.
In questo modo mi veniva anche ridotto lo spazio per la lingua,portando all'interno anche denti anteriori.
L'apparecchio in questione non so se l'ho gia detto era quello superiore,ma per non finire in malinconia possiamo procedere anche con quello inferiore.
Diversamente dalla prima installazione questa volta non mi toccava fare l'estrazione,ma solo motaggio,il tutto per restringere anche la parte inferiore.
Passarono tre lunghi faticosi anni per i miei denti ed anche per me,tutto non per avere ottimi risultati,ma pessimi.
La mia vita cambiò letteralmente.
Se qualcuno un giorno mi dicesse:preferisci vivere un giorno bene e poi morire,o 100 male...
Bè penso che già avrete immaginato la mia risposta,no?
Voi direte ma guarda c'è gente peggio di te eppure vive lo stesso.
Avete pienamente ragione,ma io non mi sono fermato di scrivere perchè il mio problema non finisce qui.
Dopo varie e lunghe visite mi fu consigliato per di essere operato.
Una decisione un pò fredda,ma pensando che dopo puoi star meglio,bè facciamolo.
Fui operato a Roma in clinica privata.
Avevano risontrato un morso incrociato e spostamento della mandibola verso destra.
Ebbene si,adesso chiedo voi:vi ricodate quando il dentista sposto tutta la parte superiore con l'estrazione del dente verso sinistra e
restrinse sia la parte superiore ed inferiore,Come non fa ad essere incrociato.
Adesso vorrei vedre voi nei miei panni dopo un intervento del genere.
Frattura della mandibola spostandola verso sinistra con fissagio di tre perni sia a destra che a sinistra.
sembrava liscio come l'olio nemmeno due settimane stavo schizzato come una pallina del flipper.
Non riuscivo a deglutire,a respirare bene,la lingua non poggiava bene ne sotto e sopra il palato,vertigini tutto il giorno,non potevo muovermi,
ecc,ecc,ecc.
Ero diventato uno zombie.
Non capisco come sia potuto accadere tutto questo.
Neanche farlo apposta dopo un mese il rigetto dei perni sulla parte destra.
Penso che una cosa quando nasce quadra non puo morire tonda,e allora perchè trovare una posizione scorretta quando si ha la propia("eccetto casi disperati"),
dicendola papale papale l'operazione non ci voleva.
Tornando al fatto mi furono rimossi solo i perni dalla parte destra,mentre il tutto era rimasto com'era.
(esteticamente non risultano problemi più all'interno,forse si puo notare il condilo ed il naso)
Adesso penso che capirete perchè preferirei vivere un giorno bene e non mille da malato.
Ancora tutt'oggi sono cosi non è cambiato nulla.
Chiedo voi esperti sempre se è possibile con tutta sincerità,siccome il mio caso puo sembrare facile ma invece non lo è,e casomai riuscissi a trovare qualcuno
che sia disposto a farmi rivivere, se voi conescete qualcuno veramente che mi segua passo passo e che riesca a sentire le mie richieste?non perchè sia medico
ma perchè la sofferenza è una brutta bestia,e quando non c'è una posizione di comodo nella bocca il corpo ne risente,o che cosa posso fare?
Grazie aspetto notizie.







Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
il Suo caso deve essere valutato da uno specialista, che non può ripondere facilmente al Suo messaggio senza documentazione clinica.
Le suggerisco di visitare il sito www.sicmf.org, per trovare le alternative tra le strutture a Lei più vicine.
Cordiali saluti