Utente 190XXX
Sono una ragazza di 31 anni, ho già scritto nella sezione di “ginecologia e ostetricia” e la dottoressa, cortesemente, mi ha consigliato un parere dell’andrologo. Le racconto la mia storia: convivo da due anni e da circa un anno io e il mio compagno stiamo cercando un bambino.
La ginecologa mi ha prescritto a maggio 2010 delle analisi di preconcepimento e mi ha consigliato di provare liberamente fino a settembre 2010. Nel mentre io ho effettuato, oltre alle analisi di preconcepimento, anche quelle tiroidee (16/10/10) con i seguenti risultati:
ft3 (immunometrico) 3,44 (1,80/4,20);
ft4 (immunometrico) 1,35 (0,8/2);
tsh (immunometrico) 1,43 (0,3/4,4).
Anziché provare fino a settembre abbiamo deciso di arrivare a dicembre facendo in data 17/12/2010 uno spermiogramma.
Indico i risultati dello stesso:
colore avorio volume 3 ph 9 aspetto lattescente viscosità nei limiti fluidificazione completa a 45’ corpi amilacei assenti conta nemaspermica 150.000.000 (20.000.000-80.000.000)
motilità a due ore:rettilinea veloce 40%, lenta 10%, discinetica 10%, immobili 40%;
motilità a 4 ore: rettilinea veloce 30%, lenta 10%, discinetica, 10% immobili 50%;
morfologia nemaspermica: forme tipiche 21%, atipiche 79%-leucoditi 3.000.000 (inf. a 1.000.000)-emazie assenti-cellule germinali 1.000.000 (assenti o rare)-zone di spermioagglutinazione rare-flora batterica scarsa quantità-vitalità a 2 ore 65% giorni di astinenza 5.
La ginec. consiglia la spermiocoltura per verificare che tipo di infiammazione sia. Indico i risultati:
germi isolati enterococco spp (50.000 ufc/ml)
Risultati alla mano la ginec. non si preoccupa dei valori del mio compagno e consiglia a me di fare i dosaggi ormonali a 3° e al 21° giorno di ciclo e a lui di ripetere lo spermiogramma a 3 giorni di astinenza. Indico i risultati al 3° giorno di ciclo:
prolattina (immunometrico) 4,3 (1,9/25);
fsh (immunometrico) 6,83 (fase follicolare 3/14);
lh (immunometrico) 8,76 (fase follicolare 1,1/11,6);
estradiolo 17 beta (immunometrico) 33,7 (fino a 160).
Aspetterò il 21° giorno e poi le indicherò i risultati.
Il mio compagno ancora non ha fatto lo spermiogramma, lo farà la prossima settimana.
La ginec. suggerisce poi la isterosalpingografia per vedere se le mie tube sono pervie.
Mi domando: non sarebbe meglio curare l’infiammazione del mio compagno visto che il dottore del laboratorio mi ha detto che con una cura antibiotica tutto si risolverà?
Cosa mi consiglia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La sua ipotesi terapeutica non è da scartare.

Comunque prima bisogna sentire in diretta il vostro andrologo, non basta la consulenza ,anche se qualificata, della sua ginecologa, soprattutto per meglio definire la diagnosi e forse può risultare utile anche un'ecografia delle vie uro-seminali.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/201-andrologo-ginecologo-devono-interagire-correttamente-infertilita-coppia.html .

Un cordiale saluto.