Utente 100XXX
Salve,
qualche anno fa mi sono sottoposta ad un intervento di mastoplastica che mi ha lasciato cicatrici evidenti intorno all'areola e il chirurgo mi ha consigliato di farle tatuare con una tecnica di dermopigmentazione.
Ho molte allergie da contatto, soprattutto nei confronti di nickel e di conservanti contenuti nei cosmetici, posso andare incontro a problemi effettuando questo tipo di tatuaggio? E per quanto riguarda tatuaggi cosmetici semipermanenti vale lo stesso discorso?
In particolare sarei interessata a sapere cosa si fa nella peggiore ipotesi che si sviluppi una reazione al pigmento iniettato, quali sono i trattamenti e le procedure per risolvere il problema. Il laser elimina totalmente l'inchiostro dalla pelle? e può venire usato anche per le dermopigmentazioni su cicatrici?
Scusate le mille domande ma sono davvero interessata a questo argomento.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Riferisce di avere della allergia da contatto come nichel e altre, non credo sia una buona idea fare dei tatuaggi visto che di certo riguardo le possibili reazioni che potranno esserci.
E' proprio necessario fare quessto tatuaggio?
Cercherei di evitarlo nel suo caso.
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta dottore, però il mio dubbio rimane, ossia vorrei sapere cosa si fa in caso di reazione allergica e se il laser risolve tutto.
spero che qualcuno possa darmi una risposta e chiarirmi questo dubbio una volta per tutte.