Utente 123XXX
Egregio dottore,
sono la mamma di un ragazzo di 26 anni affetto da drepanocitosi, quindi molto spesso soggetto ad infezioni recidivanti come raffreddore, tracheiti, faringiti con forte tosse. Da anni, però, anche senza infezioni in corso la tosse è cronica e si presenta stizzosa, continua, con prurito alla trachea e la gola sempre arrossata che non passa né con gli antibiotici, né con gli antinfiammatori, né col cortisone, né con l'antistaminico. Intanto la tosse lo tiene sofferente e come mamma mi duole il cuore a vederlo soffrire in continuazione. Ha fatto le prove allergiche sulla pelle e sono negative. Due anni fa ha fatto quelle alimentari e non riesco a decifrarle. Le invio la relativa copia, sperando in una sua risposta. Le mando pure il referto dell'otorino che mi ha prescritto le suddette prove. Ha fatto pure la gastroscopia e c'è un lieve reflusso da non giustificare la tosse. La ringrazio sin d'ora per il suo prezioso intervento.

http://i54.tinypic.com/a3kxv6.jpg

- - -
REFERTO

Diagnosi: Rinofaringite di origine verosimilmente allergica

Otomicroscopia: MT normotrasparenti bilateralmente

Orofaringoscopia: Mucose diffusamente iperemiche ed atrofiche. Tonsille palatine criptiche ed intraveliche.

Lieve deviazione destroconvessa del setto. Cavità nasali pervie. Residui di tessuto linforeticolare nella volta del rinofaringe. Secrezione mucoide a ridosso delle pareti dell'oro e dell'ipofaringe. Flogosi della laringe posteriore per note di reflusso gastroesofageo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Dalle analisi risulta , come vede una allergia al latte.

Pertanto è verosimile, che possa esserci, anche, un reflusso gastroesofageo oltre che l'allergia e pertanto sarebbe a questo punto utile somministrargli un inibitore di pompa protonica del tipo esomeprazolo con dell'antiacido tipo magaldrato.
Credo che così possa risolversi il problema, oltre ad evitare latte e latticini, ed in seguito ripetere il rast per alimenti.

mi tenga informato

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Innazitutto desidero ringraziarla per la sua pronta risposta. La informo che il gastroenterologo gli ha prescritto una Pantorc da 40 mg la mattina e un'altra da 40 mg la sera ed in più una compressina di Aerius prima di andare a letto. Pensa che possa bastare? Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Forse direi che è anche eccessivo il Pantorc e mi riferisco al fatto che debba ridurlo gradatamente per travare la dose minima efficacie e con l' Aerius certamente non potrà continuare a vita a prenderlo.

Un cambiamento delle abitudini alimentari nel reflusso gastroesofageo è indicato ed è basilare.

Cordiali saluti