Utente 196XXX


Gentili dottori,
sono un ragazzo di ventidue anni. Nella prima infanzia, credo intorno ai 2 anni, ho subito un intervento chirugico al testicolo destro, per criptochidismo diagnosticato subito dopo la nascita.
Non ci sono state complicanze ed il testicolo è apparso normale nelle visite pediatriche compiute negli anni successivi, ciò nonostante è sempre apparso più alto del controlatere e di dimensioni ridotte diciamo 2/3 del sinistro.
Lo scorso anno, durante un ricovero in proto soccorso per una prostatite, mi viene effettuata un'ecografia nel quale il dotore (urologo) mi fa notare l'ipotrofia del testicolo destro e mi indica l'intervento avuto in infanzia come probabile causa. Nonostante ciò mi rassicura sul fatto che sia una condizione comune e si limita a scrivere nel referto quanto osservato: "ipotrofia testicolo dx (criptorchide alla nascita)", senza richiedere utleriori indagini .
Nel giro dell'ultimo anno, in seguito anche ad un forte aumento di peso, ho l'impressione che la posizione di quest'ultimo sia leggermente risalita e le dimensioni diminuite (diciamo ora appare il 50% del controlaterale), pure se non so stabilire se sia piuttosto avvenuto un aumento di dimensioni del sinistro. Inoltre la cute sul testicolo destro mi appare leggermente inscurita.

Vi chiedo per cui alcune informazione:
- Cosa potrebbe comportare questa condizione?
- Ho la necessità di fare visite con una certa frequenza?
- La situazione potrebbe peggiorare?

vi ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi e per le gentili risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente

considerata la sua età e questo precedente che ci riferisce ritengo sia indispensabile per lei andare a visita presso un esperto urologo-andrologo.
Il collega potrà eventualmente richiederle esami aggiuntivi (ecodoppler scrotale, esami ormonali quali FSH, LH, prolattinemia, testosterone ed uno spermiogramma).
Ci tenga aggiornati se lo ritiene opportuno.
[#2] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente

considerata la sua età e questo precedente che ci riferisce ritengo sia indispensabile per lei andare a visita presso un esperto urologo-andrologo.
Il collega potrà eventualmente richiederle esami aggiuntivi (ecodoppler scrotale, esami ormonali quali FSH, LH, prolattinemia, testosterone ed uno spermiogramma).
Ci tenga aggiornati se lo ritiene opportuno.