Utente 119XXX
buonasera,vorrei un vostro parere. mio marito.51 anni,all'ecodoppler carotideo è risultato avere: diffuso ispessimento medio intimale, a sx con spessore medio di 1,4 mm e placca fibrolipidica che determina una riduzione pari al 40% senza stenosi emodinamiche; a dx ispessimento più evidente alla biforcazione della succlavia.Arterie vertebrali con flusso ortodromico.Misurata la pressione ( dopo una giornata molto stressante) aveva 90-163.
Penso che sia ormai arrivato il momento di assumere le statine ma è meglio effettuare prima un elettrocardiogramma sotto sforzo(per avere un quadro più completo)o è meglio non aspettare la risposta dell'eco e assumere subito le statine?
Può prescriverle il mio medico di famiglia o è meglio sentire un cardiologo?
Mio suocero è stato operato al cuore e quindi sono molto preoccupata. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
non v'è alcuna necessità al momento dell'assunzione di statine, a meno che non vi sia un profilo lipidico particolarmente compromesso, sebbene al riguardo lei non ci fornisce lumi, e comunque la prescrizione richiederebbe comunque un parere cardiologico. Utilissimo il test da sforzo, associato ad un ecocardiogramma, per meglio comprendere il profilo di rischio cardiologico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sua cortese risposta.Eccole i valori richiesti: colesterolo tot. 233 di cui hdl 48 ldl 154. lo so che non è poi così alto ( e nel corso dell'ultimo anno ha avuto valori intorno a 214 e 220) ma mi preoccupano sia l'ispessimento che la placca. Come mai non ritiene utile l'assunzione di statine? grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In base ai valori riportati, l'utilizzo di una statina potrebbe anche rendersi necessario, ma non prima di avere effettuato un tentativo almeno per un mese con un regime dietetico ipolipidico, lo stesso dicasi per una eventuale terapia antiaggregante da valutare in base al reale profilo di rischio del paziente.
[#4] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio e le chiedo un ultimo consiglio: mio marito ha misurato alcune volte la pressione e la minima è sempre un po' alta ( 90-160, 98-155, 88-131) è necessario che assuma un diuretico ( lasix) o può aspettare una quindicina di giorni e vedere cosa consiglia il cardiologo? il medico di base ha anche consigliato un esame del fondo dell'occhio, cosa ne pensa? La ringrazio della sua cortesia.