Utente 196XXX
Salve. Ho 33 anni e mia moglie di quasi 32. Da 1 anno cerchiamo di avere un bimbo senza successo. Cosi ho fatto un esame del liquido seminale. Mi è stata riscontrata una astenoteratozoospermia e fluidificazione incompleta. Riporto l'esito completo.
Raccolta: completa
Liquefazione incompleta
Colore ed aspetto grigio opalescente
viscosità normale
Agglutinazioni assenti
Aggregazioni aspecifiche assenti
PH 7,5
Volume 3,5ml
Concentrazione 21*10a6
N°tot spermatozoi 73,5*10a6
Motilità:
Mobili progressivi rapidi 10%
progressivi lenti 15%
non progressivi 20%
immobili 55%
N°tot spermatozoi mobili progressivi 18,375*10a6
ESAME MORFOLOGIA
Cellule rotonde leucociti, cellule germinali immature, cellule epiteliali 1,05 Altri elementi eritrociti, detriti e cristalli; flora batterica +/-
Morfologia spermatozoi
normali 10%
anomalie testa 28%
anomalie tratto intermedio 22%
anomalie del flagello 39%
appendici citoplasmatiche 1%
spermatozoi normocomformati 1,837*10a6
Conclusioni
Fluidificazione incompleta.
Astenoteratozoospermia.

Vorrei chiedere se con questo quadro è possibile avere una gravidanza naturale e se ci sono eventuali cure.
Devo rivolgermi ad un andrologo per esami più approfonditi?

Saluti
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la astenospermia non offre.di per se',una diagnosi ,ma va inquadrata nell'ambito di una visita andrologica che avrebbe gia' dovuto eseguire nel passato.Comunque,la valutazione complessiva dei parametri espressi dall'esame,evidenzierebbe la probabile presenza di un fenomeno congestizio/infiammatorio delle vie seminai (prostata e vescicole seminali) .
Il quadro complessivo e' compatibile con una potenziale fecondazione spontane ma ,senza poter visitare,e' problematico porre una prognosi.Mi aggiorni dopo la diagnosi andrologica.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,


come sempre consiglio ai lettori che osservano problemi in occasione del loro primo esame del liquido seminale, anche a lai consiglio di ripetere l'esame a distanza di almeno 20-30 giorni associandolo ad una spermiocoltura con antibiogramma.
Con questi dati, comunque, fissare un appuntamento con una andrologo che possa verificare la situazione e mettere in luce eventuali elementi da gestire o trattare
A Torino non le sarà difficile
cari saluti