Utente 164XXX
Buongiorno,
sono ancora a richiedere un Vs parere a cause di una sintomatologia che sembra non passare.
In breve: dopo un rapporto "a rischio" di luglio 2010 ho effettuato (a circa 15-20 gg di distanza test combinati per HIV + test sifilide). HELPAIDS mi confermò, a suo tempo che i test combinati (qualitativo+quantitativo+RNA+DNA+ Elisa) sono già sicuri al 100% dopo 2 settimane.
Ma il discorso è un altro. Dopo il rapporto continuo ad avere come dei piccoli puntini rossi sul glande che (a mio parere) presenta un lieve arrossamento perenne sulla superficie.
Sono stato da un dermatologo e da un andrologo. Quest'ultimo mi ha assicurato che i lievi puntini rossi fanno parte della naturale comformazione del glande che magari muta leggermente nel corso del tempo. Per quanto riguarda il rossore, il dermatologo mi ha detto che "non ho nulla".
Ora circa una settimana fa ho avuto anche (per 2 gg) il glande che ha perso una picola quantità di pelle.
Mi chiedo, è davvero tutto normale o dovrei fare degli esami . E se si, di che tipo?
Grazie per la gentilezza
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe piuttosto nella possibilità di una balanopostite di natura da determinare effettuare una visita specialistica venereologica per appurare prima di ogni altro esame questa storia e questa condizione che permane.

Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta.
Proverò ancora a rivolgermi a un venerologo anche se mi hanno detto che il dermatologo (la persona da cui mi sono recato è l'ex primario dell'ospedale più grande e rinomato della mia città) è sempre specializzato anche in venerologia.
La "qualifica" di un dottore non è sempre sinonimo di garanzia, ma anche andare da ul altro medico " a caso" è ugualmente sinonimo di non garanzia.
Grazie ancora, saluti