Utente 109XXX
Buongiorno,
ho contratto l'herpes 2 che è "esploso" nella zona perianale. SUbito dopo la diagnosi (in ritardo di qualche giorno perché a cavallo del week end)ho iniziato trattamento con Talavir. I sintomi più dolorosi sono passati dopo circa una settimana, lasciando però una sorta di ipersensibilizzazione cutanea di tutta la zona del bacino nonché una sensazione di fastidio e bruciore all'eiaculazione. All'MTS mi hanno detto che detti disturbi sarebbero compatibili e di aspettare. Tuttavia a distanza di più di due settimane il fastidio all'eiaculazione non è passato, si sono aggiunti degli ulteriori sintomi, difficioltà ad urinare (non è dolore, ma proprio difficoltà, come se ci fosse una sorta di compresisone alla prostata - scusi il linguaggio forse poco medico ma la sensazione è quella). Inoltre ho una sorta di pesantezza alle gambe, una iperstanchezza. Purtroppo adesso mi trovo all'estero e sono un po' preoccupato perché fino a metà settimana prossima non rientro.
I sintomi sono compatibili con una lenta guarigione da herpes o devo aspettarmi qualcos'altro? SOno d'accordo telefonicamente col medico di fare gli esami delle urine per vedere che non ci siano infezioni batteriche, tuttavia i sintomi di adesso sono comparsi tardivi...e mi inquietano un po'!
grazie mille per il parere

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
i sintomi possono essere compatibili con una nevralgia ed una nevrite post herpetica, considerando che vi possono essere disturbi che perdurano anche lungo tempo (specialmente nel h.zooster, in verità). Ma necessita certo una nuova valutazione.
Resta il fatto che anche le complicanze dovrebbero essere attenzionate e curate , quindi non sarebbe sbagliato provvedere in tempi brevi a riconsiderare lo schema terapeutico, tornando dunque a visita MTS.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Dottore,
grazie mille per la risposta sollecita. All'MTS per la verità non hanno degnato di grande interesse i sintomi che ho descritto. Probabilmente sono più orientati ad uno screening che a una terapia sul singolo paziente. Credo che la cosa migliore sia una visita specialistica che fisserò al mio rientro, poi visto che lei riceve a Padova sicuramente contatterò l'ambulatorio.
Il mio timore è che questi sintomi si possano aggravare mentre sono qui all'estero. QUalora dovesse peggiorare la situazione (particolarmente quella della difficoltà a urinare) potrebbe darmi qualche consiglio momentaneo? Mi rendo conto dell'impossibilità di effettuare una diagnosi e una prescrizione a distanza, ma purtroppo qui non è nemmeno facile reperire una struttura medica specializzata e affidabile. Qualche consiglio sarebbe molto utile, quantomeno per capire i segnali di allarme che potrebbero necessitare magari di una visita d'urgenza presso un ospedale.
la ringrazio anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
non credo che sia probabile un peggioramento , ma sicuramente in caso di blocco della minzione (urinare) vi sarebbe certo l'urgenza di recarsi al PS per la cateterizzazione.
Ma non penso proprio che possa accadere.
Di sicuro al suo ritorno accertamenti , anche strumentali , potrebbero essere fatti in caso di persistenza o peggioramento dei sintomi.Di sicuro eliminare la componente dolorosa , o fastidiosa, può essere d'aiuto (antidolorifici),al momento.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
DOttore grazie,
al rientro contatterò lo studio...
girovagando in internet ho trovato qualche articolo sulla nevralgia post herpetica...potrebbe forse trattarsi di ciò?
Ho telefonato alla guardia medica della mia città. Mi ha consigliato di prendere degli antiinfiammatori per il fastidio, tipo OKI, ci sono controindicazioni?
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Come vede , concordo sia sulla ipotesi diagnostica che sulla terapia FANS
Cordialità