Utente 196XXX
Gent.mi Dottori, qualche tempo fa ho scoperto insieme a mia moglie la stimolazione anale. Perdonate l'inevitabile imbarazzo nello scriverlo, ma non è cosa da tutti i giorni. Tralasciando i particolari, sicuramente poco interessanti vi descrivo l'episodio che mi ha scaturito una discreta preoccupazione. Il fatto risale a circa due settimane fa durante un piccolo viaggio di lavoro durante il quale mi sono trovato a dover trascorrere una notte in albergo. Dopo una cena di lavoro ripensando all'enorme piacere provato con mia moglie la sera prima ho voluto riprovare l'esperimento fai da te!! Beh il particolare della cena l'ho citato in quanto una discreta quantità di vino mi ha fatto perdere di vista un po' di cose, infatti rientrato in camera ( premetto che l'albergo, pulitissimo, è stato inaugurato i primi di gennaio) ho svitato il manico dello scopettino del Wc in acciaio inox e sottile e ho praticato quella che possiamo chiamare masturbazione anale ( la pratica sarà durata 30 secondi) . La mia domanda è questa: non avendo disinfettato l'oggetto corro il rischio di aver contratto qualche pericolosa malattia? HIV , hcv o altre malattie legate a questi fatti? Scusate l'assurdità della mia domanda ma è un dubbio che mi fa dormire male la notte. Purtroppo una buone dose di ipocondria non aiuta. Grazie di cuore
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

confidiamo molto sulle sue informazioni "igieniche" dell'hotel frequentato.

Con l'albergo "pulitissimo ed appena inaugurato", il manico dello scopettino del Wc, in acciaio inox, ben pulito, non penso lei abbia corso un importante e serio rischio di contrarre alcun tipo di malattia.

Ora senta in diretta, senza troppe ed inutili ansie, anche il suo medico di fiducia.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dr. Beretta

Per cominciare la ringrazio di cuore per la risposta. Inoltre le confermo le apparenti condizioni igieniche dell'hotel, che come me ha colpito anche gli altri colleghi. Le scrivo apparenti in quanto purtroppo non posso sapere chi ha frequentato la stanza prima di me e che tipo di metodi usi lo staff per la pulizia. La cosa che volevo chiederle, che aumenterebbe la mia tranquillità che la sua risposta ha già messo ampiamente al sicuro è quale rischio di infezioni si può correre e se tra queste ne sono annoverabili anche di gravi. Grazie mille Dottore. E buon week end
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Stia tranquillo, se l'albergo ha seguito le usuali e correnti procedure di "pulizia", lei non corre alcun rischio.

[#4] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille Dr. Beretta, anche l'ultimo barlume di ansia è sparito. Le sue risposte mi permetteranno di dormire sonni tranquilli. Non mi resta che augurarle un bellissimo week end. Buona serata.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ricambio.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dr. Beretta, innanzitutto volevo farle un saluto e ringraziarla ancora moltissimo per la consulenza che mi ha fornito. Inoltre avrei bisogno ancora di un piccolo consulto in quanto il mio essere ipocondriaco non mi ha permesso di liberarmi totalmente delle paure di cui sopra! Il fatto principale non riguarda tanto me stesso quanto la paura immensa, avendo un bimbo di 15 mesi di poter in qualche modo causargli qualche problema in caso di infezione mia. E lo stesso discorso vale per mia moglie. Lo so che forse avrei più bisogno di uno psicologo ma sono sicuro che con un'altra piccola rassicurazione da parte sua la mia vita riprenderà la solita strada fatta di gioia e serenità. La mia paura consiste nel fatto che nella peggiore delle ipotesi tra i clienti che hanno soggiornato nella stessa camera prima di me ci potesse essere qualcuno o sieropositivo o con qualche altra malattia di quel genere. Insomma guardando la situazione dall'angolatura peggiore che rischio avrei potuto correre nel fare quello che ho fatto? Oltretutto da un paio di giorni ho un prurito fastidioso nella parte finale del palato che mi prende anche le orecchie e mi da sollievo il solo raschiamento inelegante della gola. So che potrebbe essere legato a un milione di cose ma poi vai a fare il ricercatore su internet e trovi sempre il collegamento con le malattie peggiori!! Carissimo Dr. Beretta in attesa di una sua risposta le auguro un meraviglioso week end di inizio primavera.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da quello che lei ha raccontato in tutto questo post purtroppo abbiamo la sensazione che lei si caduto in una situazione di ansie immotivate e prive di una base reale.

Senta ora il suo medico per rivalutare la sua reale situazione clinica e poi a ruota consulti anche un esperto psicologo.

[#8] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dr. Beretta credo anche io di essere entrato in un vortice di paure che se trascurato ti spinge sempre più in basso. La ringrazio per aver comunque preso in considerazione la mia richiesta di aiuto e le assicuro che seguirò il suo consiglio. Intanto leggendo tra le righe per l'ennesima volta mi ha rassicurato e spero che questa volta l'effetto duri per sempre. Grazie infinite dottore e le auguro una buonissima serata
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Contraccambio l'augurio!
[#10] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dr. Beretta,

Colgo l'occasione per farle i miei migliori auguri di una serena Pasqua e vorrei tanto che mi aiutasse per l'ultima
volta a fare in modo che sia lo stesso per me! Purtroppo nonostante le sue rassicurazioni il mio stato d'animo è sempre tendenzialmente verso il ribasso. Ho davvero paura di aver contratto qualche malattia. Ormai son passati più di due mesi (18/2) dal fatto descritto ma la mia paura non fa altro che aumentare. Da un paio di giorni ho un po' di mal di gola e dei doloretti all'altezza dell'inguine. Questa sera sono arrivato a casa e mi sentivo un po' stanco e provandomi la febbre mi sono accorto di averne 37,5. Insomma la mia paura è di aver contratto qualche virus presente sull'oggetto. Mi sto maledicendo e non faccio altro che pensarci. In più io e mia moglie abbiamo la bellissima, contro ogni dettame di qualsiasi pediatra di dormire con il piccolo tra di noi. Si può immaginare la paura di causargli qualche brutto malanno. Insomma davvero è impossibile aver corso qualsiasi tipo di rischio come mi ha scritto? I virus rimasti sugli oggetti perdono la loro virulenza dopo quanto tempo? Mi piacerebbe anche in futuro contattarla anche per un altro motivo, infatti per avere il nostro bambino abbiamo fatto la fecondazione assistita e vorrei poterle portare i miei esami per capire se ci sono speranze di fare il secondo in modo naturale. La saluto calorosamente e le auguro di nuovo una meravigliosa Pasqua!
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ripeto, non entri in inutili vortici di ansie e fobie.

Senta il suo medico di fiducia, è l'unico che può realmente tranquillizzarla perchè la conosce e sa la sua reale storia clinica; altro passo è sentire eventualmente anche un esperto psicologo.
[#12] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore, il fatto che il mio medico di famiglia conosce perfettamente la mia ipocondria ma proprio non me la sento di raccontargli questo episodio, troppo imbarazzo e poi è il medico di tutta la mia famiglia! Io cercherò di seguire il suo consiglio ma nel frattempo le chiedo con il cuore in mano di rassicurarmi per l'ennesima volta sul rischio corso. In modo tale da trascorrere una Pasqua serena. Mi fido ciecamente di lei, ho come la sensazione di averla sempre avuta come medico di fiducia. Sarà che sono nato e cresciuto in zona fiera a Milano. A presto Dr. Beretta e grazie mille
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

da questa postazione non posso che ripeterle che, da quello che lei ha raccontato in tutto il suo post, abbiamo la sensazione che lei si caduto in una situazione di ansie immotivate e prive di una base reale.

Ancora un cordiale saluto e una Felice Pasqua a lei e alla sua famiglia.

[#14] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dottore, purtroppo il fatto di avere avuto questi piccoli disturbi unito alla mia paura di ogni malattia mi ha fatto sprofondare in questo stato di ansia immotivata . Quindi non c'è la necessita neanche di sottopormi a test ed esami vari vero? Credo proprio che seguirò il suo preziosissimo consiglio e mi rivolgerò ad un bravo psicologo. Buona notte dottore e buona Pasqua di nuovo! A lei e a tutta la sua famiglia.