Utente 196XXX
Egregi Dottori

ciò che mi porta a scriverVi è il forte sospetto che nutro sulla salute dei miei capelli.
Al tatto il fusto si presenta estremamente ruvido e se lo si analizza meglio ad una luce maggiore si possono notare una lunga serie di "fratture" che occupano tutta la lunghezza del capello.Anche il bulbo si presenta sfibrato e lo si estirpa con una facilità tanto che a volte mi fa davvero rabbrividire.Insomma non si tratta del solito inestetismo delle"doppie punte" o di una ricerca spasmodica di una sostanza miracolosa per avere capelli setosi o chissà quali altre caratteristiche inventeranno le propagande pubblicitarie...
Il mio timore sta nel fatto che questi possano essere una sintomatica di qualche patologia grave o meno.Potrebbe essere corretto?
Non so neppure se ritorneranno mai uguali a prima;ho tentato a tagliare alcune ciocche una volta con il risutato che sono ricresciuti uguali a prima.
C'è da dire inoltre che sono anemica e che purtroppo negli ultimi cinque anni ho sofferto e continuo a soffrire di una grave depressione che sfocia in attacchi di panico e manie ossessivo compulsive che mi portano all'uso eccessivo di detergenti e saponi.Il carico di stress,insomma, è molto grande.
Qual è il Vostro parere in merito? Dovrei acquistare degli integratori? Sono aperta ad ogni tipo di suggerimento.
In attesa di un Vostro riscontro del quale Vi ringrazio in anticipo,Vi saluto cordialmente.


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In effetti da ciò che riferisce c'è da pensare ad un danno al fusto dovuto ad aggressioni esterne, tra cui i primi sono detergenti incongrui.
sicuramente anche la dieta carenziale può avere un peso , ma tanti sono gli esami da fare e le diagnosi differenziali , che necessita sicuramente di visita dermatologica-tricologica.
cordialità
[#2] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dottore

La ringrazio molto per l'attenzione che mi ha dedicato e per i suggerimenti da Lei forniti.
La visita tricologica alla quale fa riferimento l'ho eseguita tempo fa e il dermatologo mi disse che l'anemia che avevo e che ho determina molto anche lo stato di salute dei miei capelli.Ho eseguito una cura per il ferro e usato temporaneamente dei detergenti più specifici ma la situazione non è migliorata.
A dirLe la verità sono consapevole che l'anemia così come la depressione comportano danni ben più seri, ma questa situazione dei capelli mi spaventa un po'perchè la trovo estesa anche per tutta la peluria del corpo(parti intime soprattutto).
A questo punto devo cominciare a pensare che la situazione la si può soltanto "frenare" per evitare ulteriori danni sulla struttura del capello oppure ci sono dei rimedi che a lungo andare fanno si che la situazione torni regolare?
In attesa di un suo gentile riscontro , colgo l'occasione di salutarLa cordialmente.