Utente 458XXX
Gentili Dottori ,
vi riporto un episodi che ieri mi ha molto spaventato . In seguito a una masturbazione ho notato molto sangue nel liquido seminale ... Stamattina mi sono deciso quindi di fare una spermicoltura e più che un campione di liquido seminale sembrava un prelievo di sangue ... (tutto il contenitore colore rosso) ... sono molto spaventato ... ho fatto un appuntamento per settimana prossima da un andrologo ! Cosa sarà mai ??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
intanto ha già preso appuntamento per una visita specialistica nel frattempo si tranqullizzi,l'emospermia ,considerati i suoi anni,non può che essere susseguente a fenomeni infiammatori prosto-vescicolari.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore , grazie per la sua veloce risposta .. volevo aggiungere che 3 anni fa mi è stato diagnosticato un varicocele sx di III grado senza alcuna conseguenza sulla fertilita ..... (ottimo spermiogramma , per lo meno 3 anni fa) ... potrebbe esserci una correlazione fra varicocele e emospermia ?
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
il varicocele non c'enatra è molto più probabile che lei, anche a causa dell'eccessiva masturbazione ed attività sessuale abbia avuto un episodio di prostatite, la cosa migliore da fare è sottoporsi a visita urologic, nel frattempo beva molta acqua a e tanti di non avere più rapporti consecutivi.
cordiali saluti
Dott.Giuseppe Quarto
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
il varicocele non ha nessuna correlazione
probabilmente si tratta solo di un fenomeno infiammatorio delle vie seminali
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Concordo con l'assenza di correlazioni tra presenza di un varicocele ed emospermia. a questo punto è richiesta sempre una attenta valutazione clinica diretta prima di capire la causa del problema e poi impostare le necessarie strategie terapeutiche. A questo punto potrebbe essere utile una attenta valutazione andrologica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#6] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Cari Dottori ,
grazie per le vostre risposte ... in attesa della visita medica (prevista per mercoledi) ... è tutto il quadro generale che mi preoccupa .... sono da un mese con i linfonodi sottomandibolari gonfi ... subito ho pensato all HIV nonostante il rapporto a cui mi riferisco è a rischio bassissimo o nullo , comunque ho fatto un test a 70 giorni ed era negativo , un altro a 90 giorno (esito lunedi prossimo) . Non so se c'è correlazione ma è da un mesetto che non sono in piena forma .... linfonodi mandibolari , raffreddore forte per 3 giorni , ora l'emospermia , forse non sono correlate fra loro ... boh ... con un po di calma e pazienza seguiro l'iter e vedremo ... AH, per i linfonodi mi sono fatto vedere sia da ORT che odontoiatra e hanno detto che non è nulla di che ... aspettiamo non si puo fare di piu... grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio , si segue la procedura . Non vada in depressione , mi raccomando!
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#8] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro ragazzo cerchi di stare sereno ciò che ha fatto è la cosa migliore (esame e richiesta di visita specialistica). Con grandissima probabilità lei ha avuto una violenta esacerbazione di prostatite con emospermia, ma la visita ed i risultati laboratoristici chiariranno tutto e renderanno possibile l'avvio di una adeguata terapia.
In bocca al lupo!
Dott Daniele Masala.
[#9] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno Dottori ,
grazie per le vostre risposte !!!
In attesa degli esiti della spermicoltura/urinocoltura (oggi in serata) e della visita specialistica (domani) ... Volevo chiedervi se a livello diagnostico il fatto che non sia un episodio unico (emospermia) possa aiutare a livello diagnostico .... nello specifico dopo "4 giorni di astinenza" oggi in seguito ad una masturbazione ho ancora visto sangue nel liquido seminale (come l'altra volta piuttosto abbondante) ... E poi , se avostro avviso , conscio del fatto che senza visitarmi è difficile dare un parere , qualsiasi ipotesi possibile in proporzione anche alla mia età sarebbe curabile farmalogicamente ?
Cordiali Saluti ,
[#10] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
P.S.: Ho ritirato la spermicoltura ed è negativa ...........
[#11] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Buongiordo Dottori ,
sono tornato dalla visita , il dottore dice che non è niente (c'è una piccola infiammazione della prostata cm.1) da curare con 10gg di antibiotici+suposte e 20 gg di astinenza ...
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ovviamente il varicocele non ha niente a che fare con la presenza di sangue macroscpico nel liquido seminale.
Volendo rimanere assolutamente in un campo speculativo, potrei dirLe che l'emospermia (presenza di sangue nel liquido seminale) molto raramente può essere ascrivibile a seri quadri patologici (per esempio, tubercolosi genitale, tumori etc). In genere in tali casi si accompagna invariabilmente ad altri segni e/o sintomi clinici che, mi pare di poter dedurre, nel Suo caso sono assolutamente latitanti.
A volte, e direi molto più spesso, l'emospermia è ricollegabile a processi infiammatori delle vie genitali (per esempio, uretriti, prostatite, orchi-epididimite), ma anche in tali casi l'anamnesi e la clinica vengono in grande aiuto per la diagnosi corretta.
Ancora più frequente, infine, la possibilità che l'emospermia sia una conseguenza di una congestione venosa magari per prolungata astinenza eiaculatoria, oppure conseguenza di traumatismo durante il coito o dopo coito interrotto.
Rimango di proposito nel vago. E ovvio che il fenomeno va debitamente tenuto in considerazione mediante controllo clinico Specialistico. Una emospermia sporadica richiederà magari solo controlli periodici, mentre in caso di emospermìa più frequente non sarà superfluo iniziare un iter diagnostico anche laboratoristico e strumentale.
Mi sembra che il Collega che La sta seguendo clinicamente sia ottimamente orientato.
Ci tenga informati se lo desidera.
Auguri affettuosi per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#13] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
perfettamente daccordo con il collega Martino
[#14] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno Dottori ,
oggi , dopo 20 giorni di astinenza , come indicatomi dal dottore dovrei , tramite masturbazione , controllare se il problema dell'emospermia è terminato . Volevo chiedervi nella cattiva ipotesi che il sangue dovesse ancora essere presente come mi dovrei muovere ? pazientare ? o riconsultare il medico ?
Grazie ,
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La posizione più saggia da tenere è quella di monitorizzare con il suo andrologo la sua situazione clinica nel tempo senza drammi inutili ed eccessivi.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#16] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
:)
ovviamente rimanere in stretto contatto con il Suo Andrologo è la cosa migliore.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ci tenga comunque aggiornati , se lo desidera.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#18] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
anche un pizzico di pazienza non guasta. Ma solo un pizzico :)
Ancora un caro saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#19] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno Dottori ,
grazie per i vostri messaggi.
Alla fine il liquido si presentava con una sorta di "coaguli" marroncini ... niente a che vedere con il sangue vivo di tre settimane fa ma sempre un po impressionante . Il Dottore dice che è tutto ok e che fa parte della procedura , trattasi di residui che impiegheranno da 1 a 5 eiaculazioni per venire fuori dopo di che tutto tornera nella norma ... speriamo non vedo l'ora :)
[#20] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
è anche il nostro augurio!
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#21] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Nella mia esperienza personale un giovane con emospermia e varicocele di 3° grado presenta quasi sempre una significativa dilatazione del plesso venoso periprostatico di Santorini all'ecografia transrettale. Quindi l'emospermia è analoga all'epistassi in un paziente con varici nasali. Consiglio di ripetere lo spermiogramma in un laboratorio affidabile fra un paio di mesi . Non mi fiderei dello spermiogramma fatto 3 anni fa per dire che il varicocele non va operato fermo restando il fatto che il varicocele di per sè non è assolutamente responsabile dell'emospermia.

Cordialità

M. Castiglioni
[#22] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Gent.le Dott. Castiglioni ,
la ringrazio per il suo intervento .
Lo spermiogramma di tre anni fa è stato diviso in tre esami differenti distanziati tra di loro di un mese circa l'uno dall'altra . Due fatti in uno dei migliori laboratori di milano e l altro presso un centro per problemi fertilita altrettanto rinnomato .
Premesso che grazie al cielo i numeri che ne sono venuti fuori erano da manuale (96 milionix ml - 60% normali - 80% motilità a 1 ora ecc ecc) , io e mia moglie causa problemi alle tube siamo costretti a ricorrere in ogni caso alla fecondazione artificiale (FIVET) pertanto anche se questi numeri dovessero peggiorare di 100 volte non sarebbe un grossissimo problema (speriamo ovviamente di no).
Detto cio lei pensa che questa dilatazione "Santorini" possa incidere sul problema dell'emospermia ? Premetto che non ho fatto l'ecografia transrettale .. ma normale ecografia+ispezione con dito .
Cordiali Saluti ,
[#23] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Se decidesse di eseguire l'ecografia transrettale, mi aggiorni sul risultato. In quanto alla FIVET , migliore è la qualità seminale più elevate sono le possibilità di gravidanza . Per cui trovo poco serio procedere con una FIVET basandosi su uno spermiogramma eseguito 3 anni fa.

Cordialità

M. Castiglioni
[#24] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore ,
perdoni se mi sono espresso male mancando di qualche dettaglio .
Lo spermiogramma di 3 anni fa è riferito a una fivet avvenuta tre anni fa (con successo) . Per l'ecografia transrettale ... lei esegue questo tipo di esame , è doloroso ? Io lavoro a Monza .... e fino a Saronno e pressoche una passeggiata ..... Cordialmente
[#25] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Io , come la maggior parte degli andrologici clinici, eseguo l'esame che non è doloroso ( se ha già fatto l'esplorazione rettale il disagio è sovrapponibile ) . Occorre una preparazione dell'ampolla rettale con un microclisma da eseguire il mattino dell'esame e preferibilmente la vescica deve essere piena.
[#26] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno Dottori ,
ho ritirato degli esami fatti settimana scorsa l'unico dubbio nasce sul test della mononucleosi ...
IGG = POSITIVE , IGM = NEGATIVE .
Tutto a posto ? Normale le le Igg Positive ? Lo saranno per sempre ?
Grazie ,
[#27] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2007
Volevo aggiungere al quadro sopra descritto che ho appena ritirato gli esami ormonali e nello specifico :
LH : nel range dei val. di riferimento
FSH : nel range dei val. di riferimento
TESTOSTERONE : nel range dei val. di riferimento
PSA : nel range dei val. di riferimento
rapporto PSA/PSA free = 0,39 (inferiore a 0,20=positivo - superiore a 0,20=negativo)
In particolare l'ultimo esame cosa vuol dire ? tutto ok ?