Utente 187XXX
A causa di un persistente dolore al testicolo dx, ho effettuato alcuni approfondimenti.
Lo spermiogramma ha evidenziato la presenza di enterococco faecalis.
L'ecocolordoppler scrotale ha evidenziato:
normale spessore emiscroti
assenza falde liquide
testicolo dx con dimensioni nei limiti bassi della norma, con lieve perdita del patrimonio ecogenico, aspetto marezzato, sofferenza porenchimale di data d'esordio non recente
testicolo sn normale
teste degli epididimi occupate da multiple formazioni cistiche (anacogene); la maggiore a dx (1,5 cm) e a sn (1,4 cm)
normale pervietà dei vasi
indice di resistenza a dx ai limiti alti della norma (probabile resistenze nella distribuzione dell'arteria spermatica)
assenza di reflussi venosi
no circoli di rifornimento extrafunicolari.
Le conclusioni sono una lieve sofferenza parenchimale del testicolo dx e verosimile condizione di displasia cistica degli epididimi, con assenza di varicocele.
In attesa di effettuare la visita già programmata dall'andrologo, chiedo se - dato il dolore - si procede con l'asportazione delle cisti e cosa questo comporta.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
gentile utente prima di proceder ad un eventuale esportazione, va prima curata l'infiammazione in quanto potrebbe essere quella la causa del dolore