Utente 197XXX
Buonasera,
sono un uomo di 33 anni, a cui 5 anni fà è stato riscontrato un microadenoma ipofisario (di circa 6mm) prolattina secernente.
Sono regolarmente in cura con una dose settimanale di Dostinex.Non ho riscontrato problemi significativi nella sfera sessuale, sè non da qualche tempo a questa parte, rimanendomi difficile accertare sè di natura psicologia o sè legati al prolattinoma.Ciò che riscontro è in media, una frequanza più alta ad avere problemi di erezione e/o mentenimento della stessa.
Chiedo gentilmente al di là della origine psicologica o organica, premesso che cardilogicamente sono sano, sè mi è possibile l'uso del cialis o sè nel mio caso è più specifico un alrto farmaco utile per la dinsfunzione erettile.
Nel caso cè nè fosse bisogno, specifico che i farmaci che uso regolarmente sono il Dostinex come detto e il Ventolin (raramente) essendo affetto da asma bronchiale.

Grazie mille per la risposta Massimo (RM)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se un medico le prescrive solo aspirina perchè ha la temperatura corporea alta, è un medico che capisce po: va fatta una diagnosi, se no quando il farmaco perde di efficacia il sintomo di ripresenta. Lo stesso nel suo caso, capire la causa del problema eretttile significa guarirlo definitivamente, i tappabuchi usati così come pensa di fare lei poerdono di attività nel 50% dei casi entro il primo anno.
Per cui senta un coilklega dal vivo, che, crudelmente, ma nel suo interesse, quellas risposta non gliela do.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se la prolattina e' nei limiti e gli ormoni sessuali equlilibrati,non resta che porre una diagnosi andrologica a 360 gradi che comprenda anche lo studio della componente vascolare,nonche' la valutazione obiettiva e delle abitudini voluttuarie (alcol,fumo,alimentazione etc.).Solo dopo si potra' procedere all'assunzione di farmaci proerettili.Cordialita'.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

non faccia autodiagnosi e soprattutto non faccia l'autoprescrittore!

In questi casi, prima di capire quale è il reale problema clinico da affrontare e poi impostare le corrette e mirate terapie, bisogna sempre sentire in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.


[#4] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Grazie a tutti per le risposte,
ho involontariamente omesso la mia dipendenza al tabacco (sono un fumatore accanito) e sinceramente la mia domanda è per lo più scaturita da una curiosità direi quasi mitologica sugli effetti miracolosi di questi farmaci.

Vedrò di consultare un Andrologo

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Nel frattempo un buon consiglio che possiamo darle è quello di interrompere la sua dipendenza al tabacco.
[#6] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
salve.
i farmaci non fanno miracoli, un poco di attenzione in più verso la propria salute aiuta molto.
cordialmente