Utente 197XXX
Salve gentile staff.

Sono un uomo e sono un donatore del sangue che ha avuto l'idoneità a Dicembre 2010
quando i risultati erano risultati sierologici totalmente negativi e quindi mi rendevano idoneo.

Dopo la prima donazione ad inizio febbraio sono state ripetute le analisi e risulta tutto a norma con queste due voci che mi rendono dubbioso

HBsAg 0,01 (dove <0,05=negativo)
Treponema Pallidum Ab 0,3 (dove <0,9=negativo)

ora ho chiesto al mio medico un appuntamento;
mi chiedo se oltre a rifare i test, avendo presentato questi valori pur negativi, potrò continuare a donare o meno?

Inoltre potrebbe essere segno di infezione da Sifilide?
Segnalo che ho avuto un rapporto orale non protetto elargito da una mia conoscente, della quale non conosco le abitudini sessuali

Ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
per avere una risposta dovrebbe indicare che tipo di reazione è stata fatta, anche se suppongo che gli Ab fossero IgG.(LUE)
Comunque i risultati sono negativi, in particolare la ricerca dell'antigene S, e va benissimo.
Eventualmente riposti indicando i test sierologici.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Ringraziandola dell'interessamento le riporto esattamente quanto riportato sul referto

Sierologia

HIV 1/2 Ab NEGATIVO (Negativo)
HBsAg 0,01(<0,05=negat>0,05a250,00=positivo) Ul/ml

NUCLEAR ACID TEST-NAT
HBV-HIV-HCV-HCV Ab NEGATIVO (Negativo)

HVC Ab NEGATIVO (Negativo)

Treponema pallidum Ab 0,3(<0,9=negat >1,1=positivo) index

Questo purtroppo è quello che si evince dal referto
e non vi sono riferimenti ulteriori

altro dato "fuori"
sono i linfociti con 46,1 (20-45) %

Grazie in anticipo per l'eventuale risposta
Saluto
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Dai risultati riportati tutto appare negativo.
Per i controlli saranno verosimilmente da ripetere, a discrezione del curante , a seconda della anamnesi
cordialità