Utente 197XXX
Salve gentile staff.

Sono un uomo e sono un donatore del sangue che ha avuto l'idoneità a Dicembre 2010
quando i risultati erano risultati sierologici totalmente negativi e quindi mi rendevano idoneo.

Dopo la prima donazione ad inizio febbraio sono state ripetute le analisi e risulta tutto a norma con queste due voci che mi rendono dubbioso

HBsAg 0,01 (dove <0,05=negativo)
Treponema Pallidum Ab 0,3 (dove <0,9=negativo)

ora ho chiesto al mio medico un appuntamento;
mi chiedo se oltre a rifare i test, avendo presentato questi valori pur negativi, potrò continuare a donare o meno?

Inoltre potrebbe essere segno di infezione da Sifilide?
Segnalo che ho avuto un rapporto orale non protetto elargito da una mia conoscente, della quale non conosco le abitudini sessuali

Ringrazio
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
per avere una risposta dovrebbe indicare che tipo di reazione è stata fatta, anche se suppongo che gli Ab fossero IgG.(LUE)
Comunque i risultati sono negativi, in particolare la ricerca dell'antigene S, e va benissimo.
Eventualmente riposti indicando i test sierologici.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Ringraziandola dell'interessamento le riporto esattamente quanto riportato sul referto

Sierologia

HIV 1/2 Ab NEGATIVO (Negativo)
HBsAg 0,01(<0,05=negat>0,05a250,00=positivo) Ul/ml

NUCLEAR ACID TEST-NAT
HBV-HIV-HCV-HCV Ab NEGATIVO (Negativo)

HVC Ab NEGATIVO (Negativo)

Treponema pallidum Ab 0,3(<0,9=negat >1,1=positivo) index

Questo purtroppo è quello che si evince dal referto
e non vi sono riferimenti ulteriori

altro dato "fuori"
sono i linfociti con 46,1 (20-45) %

Grazie in anticipo per l'eventuale risposta
Saluto
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Dai risultati riportati tutto appare negativo.
Per i controlli saranno verosimilmente da ripetere, a discrezione del curante , a seconda della anamnesi
cordialità