Utente 474XXX
Buongiorno,
pratico apnea e subacquea da un pò, ho fatto qualche gara di apnea (seconda nazionale fipsas).
Da anni soffro di curiosi mal di testa, poi diagnosticati come emicrania (bella scoperta ...), ieri ho fatto un ecocolor doppler ed è risultato un aneurisma del setto interatriale.
La letteratura scientifica dice che è una formazione cardiaca non anomala, piuttosto comune, l'unico fatto è che potrebbe nascondere un PFO.
Fermo restando che farò gli accertamenti per vedere se effettivamente il PFO sia perforato tanto da far passare sangue (shunt) da un lato all'altro del cuore, vi risulta che l'aneurisma del setto interatriale sia una condizione ostativa per l'apnea ?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
l'aneurisma del setto non rappresenta una controindicazione all'apnea ma la pervietà del forame ovale si!!
Deve fare un ecocardio transesofageo con mezzo di contrasto per valutazione di PFO per escludere questa condizione che potrebbe essere in caso di conferma una condizione che la mette a rischio di embolia cerebrale. Peraltro una diagnosi in questo senso può consentirle di correggere questo difetto per via transcatetere o chirurgica...

cordialmente

GMAD
[#2] dopo  
Utente 474XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dr.Actis,
provvederò al più presto a seguire i consigli che lei mi ha dato.
[#3] dopo  
Prof. Paolino Brindicci
24% attività
0% attualità
8% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
sono assolutamente in accordo con il collega ACTIS. Un cosiglio : non esegua piu' immersioni se non dopo aver fatto tutti gli accertamenti di rito. Cordiali saluti.