Utente 197XXX
circa una settimana fà appoggiai il palmo della mano sulla scrivania con il polso ad angolo retto come se stessi cercando di "stiracchiarmi". ad un certo punto sentii un forte bruciore che durò un'istante.
a distanza di una settimana si è formato un ganglio (sono presenti foto), me ne sono accorto solo in questi ultimi giorni quando ormai era già bello che formato.
mio padre (medico, ma si occupa di tutt'altro) mi ha detto di alternare voltaren ed arnica compusitum (applicazioni la mattina e la sera) e applicare ghiaccio per 5 minuti continui e 15 minuti di "riposo"

ho letto molte discussioni dove consigliate di operare operare operare ma io di operazioni anche semplici non ne vorrei sentir parlare, non per la paura... ma se si potesse evitare.....
potrò avere dei margini di miglioramento in 3 mesi di applicazioni? quali movimenti NON DEVO fare per non far aumentare le dimensioni? andavo in piscina.... posso praticarla o il mio polso si trasformerà in un guantone da boxe?

http://img815.imageshack.us/i/080320111277.jpg/
http://img217.imageshack.us/i/080320111278.jpg/

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

solo raramente il ganglio artrogeno (si tratta di un'ernia articolare) regredisce spontaneamente: ciò può accadere perchè si oblitera (si chiude) il canalino di rifornimento che collega il ganglio all'articolazione e al cui interno passa il liquido sinoviale.

Nel 99% dei casi, invece, il ganglio non scompare, anche se può alternare fasi di ingrandimento e rimpicciolimento (talvolta sembra sparire, ma poi con i movimenti ripetuti del polso, si ricrea in pochi giorni).

Se vuole eliminarlo, l'unica strada è l'intervento: ciò però non vuol dire affatto che deve operarlo per forza.

Può tenerlo lì al suo posto tranquillamente, usando saltuariamente un tutore steccato per il polso, che favorisce il rientro del liquido sinoviale in articolazione.

L'uso di medicamenti (tradizionali o omeopatici), nella mia esperienza, è assolutamente ininfluente: se il ganglio dere regredire lo fà da sè a prescindere dalle terapie.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
grazie per la celere risposta.
per specificare, il ganglio si trova sulla parte mobile.
per il tutore steccato, devo rivolgermi al pronto soccorso o posso andare direttamente in una sanitaria/farmacia? (nella mia città si trova un cto e nei dintorni, ne saranno sicuramente forniti.
l'unica mia preoccupazione è lo sport..., il nuoto che praticavo 2 3 volte la settimana.
pur non avendo alcun dolore converrebbe continuare a praticare sport e rischiare di non trarre giovamento dall'azione del tutore? non credo.

per saltuariamente cosa intende? 8 ore a notte?

2 ore di "applicazione" continua per poi far riposare e riprendere con 2 ore di applicazione?
la ringrazio anticipatamente, cordiali saluti!
[#3] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
mi sono scordato di dirle che il dolore è direttamente proporzionale alla pressione effettuata, ad una media pressione della parte interessata ho un fastidio "medio" a una pressione forte avverto un discreto dolore.
[#4] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
il tutore steccato ha solo la funzione di immobilizzare il polso per permettere il riassorbimento del liquido o deve anche comprimere il ganglio?
scusi per le tante domande, nuovamente cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non serve comprimere il ganglio.

Il tutore serve solo a bloccare il movimento del polso, che è la causa della "spinta" del liquido verso l'esterno (cioè fa riempire il ganglio).

Andrebbe portate in tutti i casi di attività manuali di una certa entità e per alcuni giorni consecutivi per vedere se il ganglio tende o meno a rientrare.

Dopo questi giorni (6-10), può limitarsi a usarlo solo in certe circostanze, non la notte.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
dottore, applicando ghiaccio per 5 minuti due volte al giorno e con una fasciatura che blocca il movimento del polso ho notato che il ganglio sta perdendo volume.
continuando così in 1 settimana dovrebbe scomparire del tutto.
lei ha scritto che la maggior parte delle volte il ganglio non scompare definitivamente ma tende a riformarsi.
ha detto anche che bisogna usare il tutore per cercare di far regredire il ganglio il "più velocemente possibile"
preciso che il ganglio mi provocava (quando aveva raggiunto la sua massima dimensione) un leggerissimo fastidio nel movimento del polso (solo in determinate posizioni)
del lato estetico me ne frego anche perchè non si nota molto. il lato funzionale non è stato intaccato perchè avevo un leggerissimo fastidio.
ho solo il "terrore" che il ganglio possa ingrandirsi nuovamente praticando sport e quindi facendo lavorare molto l'articolazione.
devo fare un'ecografia per capire se il canale di collegamento si è obliterato?
come le ho detto pratico nuoto (libero), sono un dilettante che cerca di farsi i suoi 1, 2 km per volta.
come dovrei comportarmi se il ganglio una volta "sgonfio" tendesse a riacutizzarsi?
ho 24 anni, esiste una soluzione definitiva NON chirurgica? non vorrei combattere una volta ogni 15 giorni per il resto della mia vita cercando di farlo sgonfiare.
grazie, cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Intanto non deve avere "terrore" che il ganglio si possa riformare con i movimenti del polso, sia perchè ciò è normale, sia perchè non succede nulla.

Non deve vivere questo evento come un problema "serio", perchè non lo è.

Certo, sarebbe stato meglio che il ganglio non si fosse mai formato....

Se riesce, con l'aiuto del tutore, a far restare completamente sgonfio il ganglio per un certo tempo (almeno 15 giorni consecutivi), potrebbe in teoria sperare di non vederlo ricomparire, ma è solo un tentativo.

Qualora si riformasse, può comunque andare avanti per un certo tempo usando alternativamente il tutore, ma, non si illuda: se vuole fare sport che interessa il gioco articolare del polso, prima o poi quasi certamente il ganglio si ripresenterà.

Sarà difficile fare le stesse cose di prima senza voler operare il ganglio: a qualcosa dovrebbe rinunciare.

Cordiali saluti.