Utente 197XXX
Gentili dottori,

scrivo in merito ad un problema che nell'ultimo periodo mi affligge molto e condiziona particolarmente il mio stato d'animo.
Ho 23 anni, e all'incirca da 4-5 mesi hanno cominciato a comparirmi delle vene alquanto evidenti sulle gambe. Inizialmente si trattava semplicemente di piccole vene, lunghe 3-4 centimetri di colore verde-blu. Ora queste vene sono diventate molto più evidenti e tortuose (tanto da sembrare lividi), in più ho notato che in trasparenza stanno comparendo su tutta la lunghezza della gamba delle vene molto lunghe (gamba sinistra: da sotto il ginocchio a destra fino a metà polpaccio a sinistra; gamba destra: da metà coscià fin dietro il ginocchio).
Dal momento che fino a un mese fa prendevo la pillola anticoncezionale, su consiglio della mia ginecologa ho provveduto ad effettuare un ecocolordoppler. Referto del medico: nessun problema di circolazione nè superficiale nè profonda. Secondo lui le mie sono semplicemente delle vene estetiche e mi ha invitata a non farmi influenzare la vita da questo problema, rassicurandomi che potevo tranquillamente continuare a prendere la pillola.
La cosa mi ha alquanto tranquillizzata, tanto che sul momento mi sono completamente dimenticata di questo problema e non ho posto delle domande che invece mi sono sorte in seguito e che non hanno fatto altro che affliggermi nuovamente.
- Cosa significa che le mie sono solo "vene estetiche"?
- Le vene che ora sono evidenti non andranno più via? Ed eventualmente c'è un qualche tipo di rimedio alle vene presenti o sono condannata a ritrovarmi con le gambe segnate per sempre?
- Svolgo un lavoro che mi costringe a stare seduta per molte ore al giorno, un pò di attività fisica potrebbe aiutarmi a migliorare il problema?

Il fatto di non avere problemi di circolazione mi è molto di sollievo, però non nascondo che a livello estetico questo è un problema che mi sta creando non pochi complessi, motivo per il quale mi piacerebbe cercare di capire qualcosa di più in merito in modo tale da poter prendere le precauzioni più adeguate.

Resto in attesa di una vostra gentile risposta e ringraziandovi anticipatamente colgo l'occasione per porvi i miei più Distinti Saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
le manifestazioni che descrive sono molto comuni e ampiamente diffuse anche in ragazze della Sua età.
Come Le è stato illustrato, (forse con termini non completamente appropriati) si tratta di una manifestazione della insufficienza venosa caratterizzata essenzialmente da una evidenza di tipo estetico (teleangectasie), in alcuni casi correlata o accentuata dall'uso di estroprogestinici.
La comparsa di questi inestetismi e purtroppo frequentemente progressiva e può essere attenuata dall'uso appropriato di calze elastiche preventive, terapia medica e attività sportive adeguate (sport acquatici).
La possibilità di eliminare o attenuare l'evidenza delle teleangectasie è affidata all'applicazione della scleroterapia e, in alcuni casi, del laser.
Nella sezione MinForma troverà sicuramente articoli che Le saranno d'aiuto:
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/97-eliminare-capillari-teleangectasie.html
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/96-conoscere-malattie-vene.html
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/94-edemi-varici-capillari-perche.html
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/198-calze-elastiche.html