Utente 197XXX
Salve ho quasi 37 anni, da circa un anno e mezzo sto con una ragazza che sposerò il prossimo anno. Sono alla mia prima esperienza sentimentale, e alla seconda a livello sessuale, la prima l’ho avuta all’età di 25 anni è non è stata esaltante. Premetto che ho sofferto d’ansia per un bel po’ di tempo, che ho curato e adesso sono guarito. Prima di essere fidanzato facevo autoerotismo con regolarità almeno 3 volte la settimana( la mia erezione alle volte non era tanto potente e l’eiaculazione non era esplosiva), quando ho conosciuto la mia ragazza ero sempre eccitato, anche solo a parlarle. Poi c’è stata una svolta, un giorno mi sono alzato con un certo senso di sconforto,l’ho detto subito al mio psicologo che non vedevo da circa due anno che mi ha rassicurato, dicendomi di stare solo tranquillo e di non fare pensieri negativi, di stare tranquillo sul mio futuro che mi turbava a livello emotivo. A livello sessuale all’inizio ero sempre eccitato, da quel giorno invece è stato tutto un calare fino a quando ho avuto qualche problemino. Un giorno mentre facevamo petting non ho avuto nessuna erezione, e da quella volta le cose sono andate a peggiorare . Premetto che in un anno non sono riuscita a penetrarla solo una volta, c’è da dire che anche lei è alla prima esperienza,vuole rimanere vergine fino al matrimonio, e quindi facciamo sesso solo anale, Poi questi problemi anche con il suo aiuto sono spariti, anche se la mia erezione non è potente e forse non l’ho mai stata . Adesso da quasi 2 settimane si sono ripresentate. Facciamo sesso 2 volte la settimana a volte anche 3, mi eccito quando sto con lei, ma dopo la penetrazione (lei alle volte sente dolore e questo mi turba) la mia potenza cala. Ho letto alcuni blog, è ho notato che la mattina, anche prima di essere fidanzato, non avevo più la famosa erezione mattutina, invece devo dire che all’inizio che ero fidanzato ricordo bene che c’è l’avevo sempre (strano), adesso non più.l Faccio una vita stressante a livello lavorativo, faccio l’impiegato ed il mio capo mi stressa, quando esco vado a casa della mia ragazza, magari mi addormento, poi mi sveglio e vado a casa mia, tutto questo per dormire circa 6 o 7 ore a notte. Da poco mi hanno diagnosticato un ernia a livello ( non vorrei sbagliare ) L5-S1 che ho da tanto tempo ma solo adesso si sta facendo sentire anche con dolori addominali e inguinali. Urino spesso perché bevo tanto, ma ho difficoltà a farlo specialmente quando mi trattengo, spesso fatico a svuotare la vescica perché la mia spinta è debole, e solo a dopo essersi svuotata a metà la spinta migliora. Vorrei il vostro parere e capire se il mio è un problema psicologico, un problema organico e consultare un antrologo oppure è dovuto allo stress. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro siognore,
molto semplice,mente: dubito che quell' ernia possa dare un qualche fastidio. Senta un collega per diagnosi precisa, che c' è parecchia emozionalità nel suo post. Ma più di questo non è dato sapere via web.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
mi associo al DR.Cavallini nella risposta.
Da quello che scrive e dalla costellazione che caratterizza la sua coppia, sembra che elementi di emotività, si intersechino con elementi di ansie correlate alla sfera della sessualità.
Si rivolga ad un andrologo per diagnosi certa, poi vaulti l'ipotesi di una consulenza psico-sessuologica, al fine di comprendere a fondo i meccanismi che regolamentano capacità erettiva e risposta orgasmica.
Legga, se desidera, questo mio artcolo, potrà trovare degli spunti di riflessione.

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/152/Andrologia-e-psico-sessuologia-due-discipline-a-braccetto

Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Quindi da quello che ho capito il mio è solo un problema psicologico? La mia è ansia da prestazione? Il mio problema lo posso superare anche senza l'aiuto di uno psicoterapeuta, avrei difficoltà a coinvolgere la mia ragazza!!!Grazie per l'aiuto, farò comunque la visita Andrologica, per escludere problemi organici. Cmq ho notato che ho avuto la classica erezione mattutina oggi.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Senza la valutazione andrologica, non è possibile ipotizzare niente di scientificamente veritiero.
Se le cause fossero fossero altre, non è indispensabile coinvolgere la sua ragazza, può effettuare un percorso personale di counseling psico.sessuologico
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E qua sta il bello è assoluta la necessità di una diagnosi precisa. Che non si può fare per e.mail. Di qua posso solo dire che è giovane, ed in assenza di fattori di rischio (alcool, fumo, diabete, obesità, traumni) non vedo probabili grosse alteraziooni fuisiche. Probabili ho detto.