Utente 196XXX
salve

volevo mettere alla vostra attenzione questo quesito:

mio padre è affetto da microcitoma a piccole cellule con metastasi cerebellare.

Ha subito intervento il 15 gennaio 2011,con totale asportazione della massa cerebellare,e il 25 gennaio è stato dimesso.

Il post operatorio sta andando bene,e risponde perfettamente da un punto di vista fisico,salutare,e mentale.

Adesso siamo in attesa,questa settimana di iniziare le prove e simulazioni per la radioterapia cerebellare,iniziare questa,e successivamente la chemioterapia a base di Carboplatino e Etoposide. Volevo chiedervi se è questa la tempistica giusta,considerato che dalle dimissioni sono passati 45 giorni,e il recupero post operatorio sta andando bene.

Considerato che il microcitoma è abbastanza invasivo anche in tempi brevi.Non stiamo rischiando di perdere tempo o siamo nella norma della tempistica come da prassi?
[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Come le ho risposto nell'altro post in cui ha già esposto la situazione, ci saranno stati dei motivi per attendere, tra i quali probabilmente il recupero postoperatorio. Credo che ora inizieranno, come è opportuno, la radioterapia encefalica e la chemioterapia sistemica.
La prassi è iniziare le terapie appena il recupero postoperatorio e le condizioni generali lo permettono.
Cordiali Saluti