Utente 175XXX
Gentili Medici,
Sono una ragazza di 22anni e da ieri mi ritrovo con una ghiandolina gonfia posta dietro l'orecchio destro.
Non è al suo primo esordio visto che gia in passato è comparsa (anche accompagnata dalla presenza di un altro gonfiore alla base del collo), ma questa volta la cosa che un po' mi preoccupa è il dolore.
Ho misurato la temperatura che al mattino si mantiene sui 36,4°/36.6°, e alla sera varia da 37,4° a 37.6°.
Questa febbricola è presente da circa 6mesi...ho fatto diverse analisi poichè fui ricoverata e sono risultate tutte negative tranne un monotest che ebbe esito positivo, ma le relative IgG e IgM furono negative (Monotest poi ripetuto con esito negativo).
Ritirando la cartella clinica ho notato il valore dell'antibrucella che era pari a 9, che in base ai parametri di quel laboratorio, risultava dubbio.
In quel periodo, oltre la febbricola, avevo anche dolori alle ossa e il rigonfiamento di questi linfonodi.
Una volta dimessa, poichè a seguito di una rx cranio mi era stata riscontrata una forte sinusite accompagnata da una piccola bronchite, mi è stato somministrato un antibiotico (Levoxacin 500) che tra l'altro, per male interpretazione del medico curante, ho assunto la dose in maniera triplicata (ergo 30compresse in soli 10giorni!).
Superato questo periodo non ho più avuto fastidi.
Ma adesso da qualche giorno mi ritrovo questo rigonfiamento dietro l'orecchio che adesso mi sta portando qualche fastidio.
Gradirei avere il parere di qualche esperto.
Grazie mille in anticipo per l'attenzione e il tempo dedicatomi.
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

Mi spiace deluderLa ma temo che senza un esame clinico diretto non sia possibile fornirLe un orientamento attendibile. Non si tratta solo di valutare la tumefazione (i cui caratteri possono essere diversi e devono essere apprezzati al tatto) ma anche di considerare le strutture circostanti, la tiroide e le altre strutture linfatiche.

Credo che il Suo riferimento debba essere il Suo Medico di Medicana Generale.

Saluti