Utente 382XXX
salve dottori e grazi come sempre per il tempo che trovate da dedicare ad un cosi ben fatto forum. sono un ragazzo di 25 anni.
la mia e' una domanda molto semplice: e' possibile che dopo un periodo molto lungo (diciamo un anno + o -) di continue infezioni al pene e all'uretra il bruciore dell'uretra si manifesti sporadicamente anche in assenza di infezioni?

questa mia domanda deriva dal fatto che come vi ho detto sono stato "male" per un periodo molto lungo, in cui si e' partiti da una candidosi che una volta guarita ha lasciato il posto ad un uretrite dovuta a diversi batteri (ad ogni nuovo tampone uretrale, circa 3 se non sbaglio, effettuato nell'arco dell'anno in questione i risultati sulle cause scatenanti i miei forti bruciori erano sempre diversi). consultati diversi medici e specialisti urologi e andrologi (per uno era la prostata, per uno erano infezioni batteriche e cosi via) mi sono sottoposto a diverse cure antibiotiche senza risultati...in fine, non sapendo piu' che pesci prendere e stanco di assumere antibiotici e farmaci vari che mi peggiorato la situazione gastrica in compenso...ho cercato di trovare solievo nell'erboristica e nell'omeopatia (propoli, infusi di uva ursina, succo di mirtilli come se piovesse e tanto jogurt e saponi a base di olio di pianta del the'), che con mio grande stupore e solievo ha funzionato.
di fatti ad oggi dopo 2 anni da quell'infausto periodo mi sento guarito.
dico cio' perche' non ho piu' sintomi continui, perdite dall'uretra, spellamenti vari, e finalmente riesco a riavere rapporti sessuali soddisfacenti ^_^.
unica cosa che accade e' che avvolte in concomitanza con l'irritazioni di emorroidi mi senta leggermente irritato il condotto uretrale o che quando mi lavi il pene nel caso finisca del sapone nell'uretra mi bruci da morire per un po, diciamo un oretta, sopratutto in punta all'ingresso(avvolte con lievissime secrezioni completamente trasparenti, ma solo nel caso che tale irritazione sia dovuta al sapone),
o in rari casi dopo la masturbazione o il sesso.
ma e' uno stato irritatorio, se escludiamo l'effetto del sapone, molto ma molto! piu' blando del periodo della "malattia".
quindi ritornando alla mia domanda: e' possibile che anche se guarito le mucose della mia uretra siano ormai molto piu' sensibili a sollecitazioni meccaniche o organiche e quindi piu' facilemnte irritabili, proprio a casua di un anno intero di irritazione fortissima, infezioni (non mi permetteva di avere una vita normale) e cure farmacologiche????

tra le cause scatenanti possono esserci ance magari problemi come una vescica da sforzo, di cui sono affetto, o una sindrome da colon irritabile, oltre alle emorroidi???

^_^ so che adesso le domande sono due ^_^

vi ringrazio in anticipo per la risposta.

cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile signore, dopo un lungo periodo di flogosi può permanere una sensibiltà recettoriale e ,pertanto, anche in assenza di malattie si avvertono disturbi . Una prostatite cronica , una disuria da rigidità del collo vescicale, una congestione al plesso emorroidale comportano disturbi come quelli che lei riferisce.
distinti saluti