Utente 197XXX
Salve ho 35 anni e da un po' che praticamente non ho alcon interesse o desiderio, con conseguente mancanza di erezione all'inizio ho pensato fosse un problema di stress dovuti ha problemi familiari che ho avuto ..ma e da un po che tutto e tornato alla normalta' ..e questo desiderio non ancora non c'e'.Cosi' vado da un andrologo che mi vista e dice che e' tutto regolare' e che secondo lui e un problema di testa.Mi ha fatto fare sono cmq anche delle analisi il testosterone mi risulta 5,9 ng e la prolattina 13,4 ng.La cura che mi ha consigliato e' l'assunzione di Kerez a bustine due volte al giorno per due mesi.Secondo voi e' una terapia giusta ? Puo' essere che sia l'uso del simbicort 160 per problemi respiratori asmatici che mi da questo malessere ..vi risulta?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
segua i consigli del curante e, nell'eventualità, potrebbe anche sentire uno psicologo.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

con il suo specialista dovrebbe valutare cosa lei intenda per mancanza di desiderio. Intende un disinteresse per gli stimoli erotici, per le immagini, per le fantasie o intende una mancata risposta a livello del pene con eccitazione.
Il farmaco potrebbe essere utile
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Da premettere che sono single.Cmq alla base e' un disinteresse, e' di conseguenza non ho nessuna risposta del pene. La mattina mi risveglio con un po' di desiderio ma cmq non tale da avere una risposta, come se non ci fosse comunicazione tra la mente e il mio pene. Ma io dco si possono avere erezioni senza che la mente stimoli ...quante volte succede ad esempio mentre si fa la doccia..e questo che mi chiedo se sia veramente un problema della mente o altro. Da far notare che se a volte accuso stanchezza , facilmente mi viene sonnolenza se mi siedo su un divano
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi aasocio ai consulti precedenti
Escluse le cause organiche, rimangono quelle psichiche e relazionali, correlate alla sessualità.
Legga se desidera, questo mio articolo, potrebbe trovare spunti di riflessione.
Saluti

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/217/Calo-del-desiderio-sessuale-maschile-noia-crisi-di-coppia-o-depressione
[#5] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
salve se avrete la cortesia di riguardare i miei post precedenti capirete un po' la mia situazione,dopo 15 gg di cura dell' anfdrologo ,in un episodio familiare , durante la notte i pensieri non mi lasciavano ho creduto di impazzire e ho incomiciato a tremare, non riuscivo a riprendere il fiato, sono andato in ospedale di notte e mi hhanno fatto una puntura di valium. la situazione ritorno' alla normalita , ma sentivo sullo stomaco un senso di paura continuo,cosicche andai dal mio medico che e un neurologo mi disse che era un ansia depressiva e mi diede una cura di sintopram 10 gcc dopo un mese e mezzo riuscivo adormire benissimo e tutto era sparito .ho fatto la cura per sei mesi,fino a settembre 2011,tra parentesi l'interesse per la sessualita' e stato cmq assente lo stesso. Pensavo di stare bene ed dopo sei mesi di cura ho staccato con l'antidepressivo. Bene ieri nel raggio di sei mesi dalla fine della cura, ieri mi sono svegliato di notte con un tremore alle gambe eppure diciamo problemi nel sonno non ne ho... Forse la cura e' stata troppo breve e prematura? Non so se contattare uno psicologo...se ricontatto il mio medico dice di sicuro che non c'e' bisogno, che la cura sara cmq questa . Vorrei un vostro parere ...grazie
[#6] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
salve se avrete la cortesia di riguardare i miei post precedenti capirete un po' la mia situazione,dopo 15 gg di cura in un episodio familiare , durante la notte i pensieri non mi lasciavano ho creduto di impazzire e ho incomiciato a tremare, non riuscivo a riprendere il fiato, sono andato in ospedale di notte e mi hhanno fatto una puntura di valium. la situazione ritorno' alla normalita , ma sentivo sullo stomaco un senso di paura continuo,cosicche andai dal mio medico che e un neurologo mi disse che era un ansia depressiva e mi diede una cura di sintopram 10 gcc dopo un mese e mezzo riuscivo adormire benissimo e tutto era sparito .ho fatto la cura per sei mesi,fino a settembre,tra parentesi l'interesse per la sessualita' e stato cmq assente lo stesso. Pensavo di stare bene ed dopo sei mesi di cura ho staccato con l'antidepressivo. Bene ieri nel raggio di sei mesi dalla fine della cura, ieri mi sono svegliato di notte con un tremore alle gambe eppure diciamo problemi nel sonno non ne ho... Forse la cura e' stata troppo breve e prematura? Non so se contattare uno psicologo...se ricontatto il mio medico dice di sicuro che non c'e' bisogno, che la cura sara cmq questa . Vorrei un parer vostro parere ...grazie
[#7] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Credo personalemnte che le cure vadano fatte in sinergia, farmacoterapia e psicoterapia, per evitare soprattutto problematiche recidivanti in fase di svezzamento farmacologico.
La psiche, non è disgiuta dal soma, così come non è disgiunta dalla sessualità.
Saluti