Utente 168XXX
Buongiorno, a Giugno in seguito ad un forte dolore al 1° molare inferiore,estesosi fino all'orecchio,durato tutta la notte aumentando in posizione sdraiata,mi sono recata dal medico. Mi ha prescritta un'ortopanoramica,dalla quale non ha ravvisato nulla,mi ha parlato di sensibilità. Mi ha avvisata che la cosa si sarebbe potuta verificare nuovamente,probabilmente in concomitanza con il ciclo,ma che sarebbe potuta anche regredire. Il dolore è tornato ad Agosto,poi più nulla,a parte ogni tanto una leggerissima irritazione gengivale,con il tempo la sensibilità al freddo ed al caldo è scomparsa. Il 06/02(Domenica) nuova irritazione gengivale,ma dolorosa,dopo 5 giorni(11 Venerdì sera) è comparso un ascesso,senza fistola. Ho preso appuntamento con un altro dentista(16 Mercoledì),il medico era malato, mi ha visitata un collega,ha fatto la prova con il "ghiaccio sintetico" ed ha eseguito una lastra,ha ipotizzato che il dente fosse morto. Ho preso appuntamento con il mio medico per il 22(Martedì),su prescrizione del medico che mi visitata ho iniziato a prendere l'antibiotico il 21(Lunedì). Il dentista mi ha aperto il dente,due canali erano "morti", uno aveva ancora polpa vitale,un quarto era in perfette condizioni. Ha devitalizzato il dente,ha controllato con il microscopio per escludere fratture,lo ha lasciato aperto fino al 24(Giovedì),il 24,dopo aver ripulito un canale in cui era rimasta leggera polpa vitale, mi ha medicato il dente con l'idrossido di calcio ed ha provvisoriamente richiuso(tutte le operazioni sono state eseguite sotto diga). Ho preso l'antibiotico fino al 26(Sabato) per 6 giorni totali,l'ascesso si era ridotto,pus non ne è mai uscito. Il 04(Venerdì) torno dal dentista,la sera prima inavvertitamente avevo masticato da quel lato e si era rigonfiato l'ascesso (il dente in quei giorni mi sembrava più alto),il medico ha ripulito i canali,ma era tutto ok, mi ha inciso l'ascesso e l'ha fatto spurgare, mi ha fatto un'iniezione di gel alla clorexidina ed una medicazione da tenere 10 giorni,ha ipotizzato una frattura della radice e quindi possibilità di doverlo estrarre, mi ha detto che se entro 4 giorni l'ascesso non fosse sparito,avrei dovuto riprendere l'antibiotico,tutte le volte mi ha fatto una lastra,sotto il dente c'è una grossa macchia che appare più chiara delle altre zone,mi ha detto che ci vorranno 6 mesi per vederla sparire,sotto il dente tra le due radici c'è un piccolo puntino nero(mi ha detto che l'infezione lì ha "mangiato" l'osso e non si riformerà). Il dente si muove leggermente. Il 10(Martedì) sono passata per un controllo,l'ascesso è quasi sparito,la gengiva è tornata del suo colore,il dente non mi fa male, non mi sembra più alto,mi ha detto di testarlo masticandoci qualcosa di morbido e di non prendere l'antibiotico. Ho provato a masticarci, tutto ok. Domani controllo, l'ascesso non è sparito del tutto. Sin dall'inizio lavo i denti con dentifricio e colluttorio Curasept0.20. Attendo fiduciosa una Vostra opinione,Distinti Saluti
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
sembra che la terapia sia andata a buon fine: serviranno controlli radiografici fra 6 mesi per valutare la guarigione ed il recupero dei tessuti parodontali apicali ed interradicolari.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera, La ringrazio per la Sua celere risposta, il mio timore deriva dal fatto che l'ascesso non si è ritirato completamente ed alla pressione in un piccolo angolo ho ancora leggermente dolore (chiedo scusa se prima non l'ho specificato), inoltre a brevissimi tratti della durata di qualche secondo (2 - 3 volte al giorno) ho indolenzimento ad un dente non specifico (a volte gli incisivi, a volte i molari a volte i denti del giudizio, su entrambi i lati della bocca). RingraziandoVi anticipatamente per la Vostra risposta , colgo l' occasione per porgerVi i più Distinti Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E' opportuno attendere per una completa risoluzione:
se il dente non è più 'periodontitico', cioè non fa più male, è in via di guarigione.
Cordiali Saluti