Utente 174XXX
Qualche giorno fa sono andato in una casa a prendere delle misure, e c’erano delle tegole di amianto (eternit) vicino il cortile che erano rotte, sono stato li per qualche minuto e ci sono andato con le scarpe al di sopra. Inoltre avevo la fettuccia se fosse andata su tali pezzi e se poi io l’avessi presa con le mani e mi fossi toccati il viso, la bocca e il naso. Inoltre ho tenuto le scarpe senza lavarle per qualche giorno. Volevo sapere se c’è qualche pericolo.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per contatti sporadici non ci sono rischi.

Abbiamo risposto moltissive volte a domande come la sua

http://www.medicitalia.it/consulti/Oncologia-medica/19001/Paura-per-eternit
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Qualche giorno fa sono andato in una casa a prendere delle misure, e c’erano delle tegole di amianto (eternit) vicino il cortile che erano rotte, sono stato li per qualche minuto e ci sono andato con le scarpe al di sopra. Inoltre avevo la fettuccia se fosse andata su tali pezzi e se poi io l’avessi presa con le mani e mi fossi toccati il viso, la bocca e il naso. Inoltre ho tenuto le scarpe senza lavarle per qualche giorno. Volevo sapere se c’è qualche pericolo. Mi scusi se la disturbo ancora ma sulla rete ci sono atteggiamenti discordanti alcuni dicono che anche ad una semplice esposizione a frantumi di eternit e amianto è pericolosa per contratte TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi altri fanno riferimento ad anni di esposizione per contrarreTUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi come i lavoratori e i loro familiari. Le volevo chiedere per incorrere in queste malattie per quanto tempo deve essere sotto l’esposizione di tali frantumi di eternit e se si incorre anche in altre tipologie di malattie. Inoltre volevo precisare che quando abbiamo preso le misure all’esterno della casa e all’interno siamo stati li per circa una mezz’ora, i pezzi di eternit frantumati erano vicino lo spigolo di uno di questi muri della casa in corrispondenza dei quali ci sono andato con i piedi al di sopra facendoli vibrare, mentre di fronte alla casa c’era un magazzino coperto da una tettoia di eternit al di sopra del quale c’era anche del muschio e dall’aspetto sembrava che avevano una certa età, in corrispondenza degli spigoli di questo magazzino abbiamo preso altre misure . Inoltre quella mattina c’era una leggera brezza di vento e per quanto riguarda vestiti non li ho lavati nei giorni successivi, continuando ad indossarli e dormendoci vicino avendoli disposti vicino al letto. Per quanto riguarda le scarpe lo portate nei giorni successivi senza lavarle e le ho battute subito dopo a terra per pulirle, inoltre le ho toccate con le mani per indossarle e se con le mani dopo averle toccate mi fossi toccato il naso, la bocca o gli occhi o toccato il cibo per mangiare o bere qualcosa. Inoltre per prendere la fettuccia a terra mi sono abbassato verso tali frammenti rotti di eternit con il naso e la bocca e avevo sulle mani qualche ferita e qualche brufolo sul viso se avessi toccato tali brufoli con le mani dopo avere toccato la fettuccia o le scarpe. La vicinanza del naso e della bocca ai frammenti rotti di eternit per prendere la fettuccia è pericolosa. Inoltre la fettuccia lo tenuta in mano o vicino a me per alcune ore e quando lo presa mi e sbattuta sui vestiti , sulle scarpe e sul giubbotto. E’ pericoloso se continuo ad indossare i vestiti e le scarpe che indossavano quella mattina o a utilizzare la fettuccia che ho utilizzato quella mattina. Inoltre essendo andato sopra le eternit frantumate per alcuni minuti io personalmente con altre due persone con i piedi facendoli vibrare potrebbe essere un elemento di pericolo più. Per tale situazione indossando i vestiti e le scarpe e il giubbotto io e miei collegi che quella mattina sono stati a fare le misure abbiamo reso pericoloso gli ambienti che frequentiamo cioè lo studio tecnico, la macchina che uso o la casa dove abito io personalmente frequentando questi luoghi con i vestiti, le scarpe o i giubbotto che indossavo quella mattina . Inoltre mia mamma mi ha spazzolato il giubbino il giorno successivo nel corridoio di casa e mi ha lavato e scosso le scarpe nella vasca del bagno dove mi lavo i denti, mi faccio la barba e la doccia. Per tale situazione risultano contaminati tutti gli oggetti personali che portavo quella mattina cioè portafoglio, cellulare e orologio e chiavi di case. Mi scusi per tutte queste domande ma leggendo alcuni commenti mi sono messo in uno stato di agitazione per alcune notte non sto nemmeno dormendo, spero di avere una vostra risposta al più presto.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho già risposto

>>Per contatti sporadici non ci sono rischi>>
[#4] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi se la disturbo ancora ma sulla rete ci sono atteggiamenti discordanti alcuni dicono che anche ad una semplice esposizione a frantumi di eternit e amianto è pericolosa per contratte TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi altri fanno riferimento ad anni di esposizione per contrarreTUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi come i lavoratori e i loro familiari. Le volevo chiedere per incorrere in queste malattie per quanto tempo deve essere sotto l’esposizione di tali frantumi di eternit e se si incorre anche in altre tipologie di malattie. E’ pericoloso se continuo ad indossare i vestiti e le scarpe che indossavano quella mattina o a utilizzare la fettuccia e il distanziometro che ho utilizzato quella mattina, poiché prolunga nei giorni e nel tempo l’esposizioni alle polvere essendo andati sui vestiti e sulla fettuccia e il distanziometro oltre al primo contatto con le polveri liberate dall’eternit rotte che erano sul posto . Per tale situazione indossando i vestiti e le scarpe e il giubbotto io e miei collegi che quella mattina sono stati a fare le misure abbiamo reso pericoloso gli ambienti che frequentiamo cioè lo studio tecnico, la macchina che uso o la casa dove abito io personalmente frequentando questi luoghi con i vestiti, le scarpe o i giubbotto che indossavo quella mattina. Inoltre mia mamma mi ha spazzolato il giubbino il giorno successivo nel corridoio di casa e mi ha lavato e scosso le scarpe nella vasca del bagno dove mi lavo i denti, mi faccio la barba e la doccia. Per tale situazione risultano contaminati tutti gli oggetti personali che portavo quella mattina cioè portafoglio, cellulare e orologio e chiavi di case.
Vicino a dove abito ci sono molte palazzine di fronte e affianco, con tetto fatto in eternit che hanno una trentina d’anni, se c’è qualcuna di queste eternit che non è integra si incorre in qualche pericolo, inoltre durante l’estate dormo con il balcone aperto perché fa caldo posso respirare qualche particella dannosa liberata dall’eternit. Mentre circa cinque anni fa in una palazzina di fronte casa mia hanno sostituito le eternit senza alcuna precauzione liberando delle polveri dalle eternit se per una certa quantità le abbiamo respirate, o entrate in casa o sono andati sui panni appesi sul balcone che poi abbiamo indossato. Inoltre sul balcone c’erano delle piante di basilico e se su di esse è andata una qualche quantità di polvere e poi il basilico mia mamma la messo nel cibo. Le volevo chiedere se questi tre episodi sono pericolosi presi singolarmente e se si accumulano gli effetti dell’esposizione avuta all’amianto e alle eternit in questi tre episodi in cui mi vede coinvolto.
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quando esistono condizioni di dubbia pericolosità o potenziale esposizione non è possibile avere risposte tramite Internet, ma affrontare il problema concretamente : è nel Suo pieno diritto verificare o fare verificare (all'ASL) se esistono le condizioni che Le ho descritto, nella situazione che ci ha esposto .

Per valutazioni (ed anche eventuali campionamenti) del rischio dell’amianto i privati possono rivolgersi:
- a laboratori specializzati e nel Suo caso ovviamente occorre il consenso ed il contributo del proprietario del palazzo
- all'Asl competente per territorio
e/o alle Sezioni Provinciali dell'ARPA competenti per territorio
[#6] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Ma per queste due situazioni presi singolarmente e se si accumulano gli effetti dell’esposizione avuta all’amianto e alle eternit in questi due episodi in cui mi vede coinvolto:
1) Le volevo chiedere per incorrere in queste malattie per quanto tempo deve essere sotto l’esposizione di tali frantumi di eternit e se si incorre anche in altre tipologie di malattie. E’ pericoloso se continuo ad indossare i vestiti e le scarpe che indossavano quella mattina o a utilizzare la fettuccia e il distanziometro che ho utilizzato quella mattina, poiché prolunga nei giorni e nel tempo l’esposizioni alle polvere essendo andati sui vestiti e sulla fettuccia e il distanziometro oltre al primo contatto con le polveri liberate dall’eternit rotte che erano sul posto . Per tale situazione indossando i vestiti e le scarpe e il giubbotto io e miei collegi che quella mattina sono stati a fare le misure abbiamo reso pericoloso gli ambienti che frequentiamo cioè lo studio tecnico, la macchina che uso o la casa dove abito io personalmente frequentando questi luoghi con i vestiti, le scarpe o i giubbotto che indossavo quella mattina. Inoltre mia mamma mi ha spazzolato il giubbino il giorno successivo nel corridoio di casa e mi ha lavato e scosso le scarpe nella vasca del bagno dove mi lavo i denti, mi faccio la barba e la doccia. Per tale situazione risultano contaminati tutti gli oggetti personali che portavo quella mattina cioè portafoglio, cellulare e orologio e chiavi di case.
2) Mentre circa cinque anni fa in una palazzina di fronte casa mia hanno sostituito le eternit senza alcuna precauzione liberando delle polveri dalle eternit se per una certa quantità le abbiamo respirate, o entrate in casa o sono andati sui panni appesi sul balcone che poi abbiamo indossato. Inoltre sul balcone c’erano delle piante di basilico e se su di esse è andata una qualche quantità di polvere e poi il basilico mia mamma la messo nel cibo.
[#7] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi se la disturbo ancora ma sulla rete ci sono atteggiamenti discordanti alcuni dicono che anche ad una semplice esposizione di poche ore a frantumi di eternit e amianto è pericolosa per contratte TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi (anche perchè un suo collega con il numero ident medico
professionista non più iscritto id: 66038 rispondendo ad una domanda E’ ormai dimostrato che anche bassissime esposizioni a polveri di amianto possono indurre un ben preciso tumore polmonare il mesotelioma pleuricoha detto che basta anche un singolo conttato per contrarre delle malattie, mentre il dott.Dr. Paolo Scanagatta in una domanda ha detto che "In buona sostanza lo svilupparsi di una malattia di questo tipo dopo una sola, occasionale, esposizione è alquanto improbabile anche se non impossibile ") altri fanno riferimento ad anni di esposizione per contrarre TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi come i lavoratori e i loro familiari. Le volevo chiedere per incorrere in queste malattie per quanto tempo deve essere sotto l’esposizione di tali frantumi di eternit e se si incorre anche in altre tipologie di malattie. Inoltre allunga l’esposizione se continuo ad indossare i vestiti e le scarpe che indossavano quella mattina o a utilizzare la fettuccia e il distanziometro che ho utilizzato quella mattina, poiché prolungano i giorni di esposizioni alle polvere essendo andati sui vestiti e sulla fettuccia e il distanziometro oltre al primo contatto con le polveri liberate dall’eternit rotte che erano sul posto. Per tale situazione indossando i vestiti e le scarpe e il giubbotto io e miei collegi che quella mattina sono stati a fare le misure abbiamo reso pericoloso gli ambienti che frequentiamo cioè lo studio tecnico, la macchina che uso o la casa dove abito io personalmente frequentando questi luoghi con i vestiti, le scarpe o i giubbotto che indossavo quella mattina. Inoltre mia mamma mi ha spazzolato il giubbino il giorno successivo nel corridoio di casa senza lavarlo e mi ha lavato e scosso le scarpe nella vasca del bagno dove mi lavo i denti, mi faccio la barba e la doccia mentre i vestiti mi mamma li ha lavati a mano senza metterli nella lavatrice . Inoltre indossando quei vestiti e giubbotto ho avuto dei rapporti sessuali con la mia fidanzata. Avvolte mi capita di avere un leggero fastidio alla gola dando qualche colpo di tosse può essere un fattore psicologico poiché dopo che ho mangiato e bevuto acqua la gola la sento normale senza quel grado di pesantezza. Inoltre due volte sono venuti allo studio i due inquilini della casa che abitano nella casa in cui in uno di questi spigoli ci sono le eternit, nello studio sono stati una volta per circa 45 minuti ed una seconda volta per 30 minuti e se con loro e vestiti ci hanno esposto a delle polveri liberate dalle eternit rotte contaminando lo studio e i nostri vestiti, in tale situazioni mi sono toccato gli occhi il naso, bocca e occhi. Inoltre dopo tali incontri allo studio ho avuto dei rapporti di natura sessuale con la mia ragazza indossando gli stessi vestiti. Inoltre hanno parcheggiato la macchina vicino alla mia, se la macchina aveva polvere che sono andate sulla mia e poi la mia macchina abbia contaminato il mio magazzino e gli indumenti che indossavo. Per tale situazione risultano contaminati tutti gli oggetti personali che portavo quella mattina ei giorni in cui sono venuti allo studio gli inquilini cioè portafoglio, cellulare e orologio e chiavi di case.
Mentre circa cinque anni fa in una palazzina di fronte casa mia hanno sostituito le eternit senza alcuna precauzione liberando delle polveri dalle eternit se per una certa quantità le abbiamo respirate, o entrate in casa o sono andati sui panni appesi sul balcone che poi abbiamo indossato. Inoltre sul balcone c’erano delle piante di basilico e se su di esse è andata una qualche quantità di polvere e poi il basilico mia mamma la messo nel cibo. Una volta è capitato che quando ero all’università c’è un tratto carrabile lungo un 100 di m e largo 6 m costituito da eternit e coperto da griglie al di sopra dei quali passavano i mezzi motorizzati che veniva pulito e spazzato con delle scope dagli operai per circa una settimana ciò ha potuto provocare la liberazione di polveri dalle eternit, io in quei giorni passavo di li più volte al giorno mentre che lavoravano gli operai. Le volevo chiedere se questi episodi sono pericolosi presi singolarmente e se si accumulano gli effetti dell’esposizione avuta all’amianto e alle eternit in questi episodi c’è pericolo di esposizione alle polveri liberate dalle eternit. Inoltre volevo chiederle se si hanno delle ferite aperte le polveri si possono diffondere nel corpo attraverso la circolazione sanguigna. Poi se le eternit sono integre provocano qualche pericolo.
Per ultimo siccome in questi giorni sono andato un po’ in uno stato di paura l’altro giorno sono andato su degli elementi ondulati integri di colore violaceo, quando li ho calpestati con i piedi questi si deformavano potevano essere eternit perché da quello che vedo le eternit mi sembrano abbastanza rigidi.
[#8] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010

Mi scusi se la disturbo ancora ma sulla rete ci sono atteggiamenti discordanti alcuni dicono che anche ad una semplice esposizione di poche ore a frantumi di eternit e amianto è pericolosa per contratte TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi (anche perchè un suo collega con il numero ident medico professionista non più iscritto id: 66038 rispondendo ad una domanda E’ ormai dimostrato che anche bassissime esposizioni a polveri di amianto possono indurre un ben preciso tumore polmonare il mesotelioma pleuricoha detto che basta anche un singolo conttato per contrarre delle malattie, mentre il dott.Dr. Paolo Scanagatta in una domanda ha detto che "In buona sostanza lo svilupparsi di una malattia di questo tipo dopo una sola, occasionale, esposizione è alquanto improbabile anche se non impossibile ") altri fanno riferimento ad anni di esposizione per contrarre TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi come i lavoratori e i loro familiari. Inoltre su internet sul Versamento pleurico da asbesto: di rado, le persone esposte all'asbesto sviluppano un versamento pleurico 5-20 anni dopo l'esposizione. Il versamento può fare seguito a una breve esposizione ma più spesso è conseguente a esposizioni intermedie (cioè, fino a 10-15 anni). Il meccanismo è ignoto, ma si presume che le fibre si spostino dai polmoni alla pleura inducendo una risposta infiammatoria. Nella maggior parte delle persone, i versamenti si risolvono dopo 3-6 mesi; il 20% sviluppa una fibrosi pleurica diffusa. Pochi individui possono sviluppare un mesotelioma maligno molti anni più tardi, ma non ci sono prove di un aumento dell'incidenza del mesotelioma tra quelli che hanno avuto un versamento pleurico. Le volevo chiedere per incorrere in queste malattie per quanto tempo deve essere sotto l’esposizione di tali frantumi di eternit e se si incorre anche in altre tipologie di malattie. Inoltre allunga l’esposizione se continuo ad indossare i vestiti e le scarpe che indossavano quella mattina o a utilizzare la fettuccia e il distanziometro che ho utilizzato quella mattina, poiché prolungano i giorni di esposizioni alle polvere essendo andati sui vestiti e sulla fettuccia e il distanziometro oltre al primo contatto con le polveri liberate dall’eternit rotte che erano sul posto. Per tale situazione indossando i vestiti e le scarpe e il giubbotto io e miei collegi che quella mattina sono stati a fare le misure abbiamo reso pericoloso gli ambienti che frequentiamo cioè lo studio tecnico, la macchina che uso o la casa dove abito io personalmente frequentando questi luoghi con i vestiti, le scarpe o i giubbotto che indossavo quella mattina. Inoltre mia mamma mi ha spazzolato il giubbino il giorno successivo nel corridoio di casa senza lavarlo e mi ha lavato e scosso le scarpe nella vasca del bagno dove mi lavo i denti, mi faccio la barba e la doccia mentre i vestiti mi mamma li ha lavati a mano senza metterli nella lavatrice . Inoltre indossando quei vestiti e giubbotto ho avuto dei rapporti sessuali con la mia fidanzata. Avvolte mi capita di avere un leggero fastidio alla gola dando qualche colpo di tosse può essere un fattore psicologico poiché dopo che ho mangiato e bevuto acqua la gola la sento normale senza quel grado di pesantezza. Inoltre due volte sono venuti allo studio i due inquilini della casa che abitano nella casa in cui in uno di questi spigoli ci sono le eternit, nello studio sono stati una volta per circa 45 minuti ed una seconda volta per 30 minuti e se con loro e vestiti ci hanno esposto a delle polveri liberate dalle eternit rotte contaminando lo studio e i nostri vestiti, in tale situazioni mi sono toccato gli occhi il naso, bocca e occhi. Inoltre dopo tali incontri allo studio ho avuto dei rapporti di natura sessuale con la mia ragazza indossando gli stessi vestiti. Inoltre hanno parcheggiato la macchina vicino alla mia, se la macchina aveva polvere che sono andate sulla mia e poi la mia macchina abbia contaminato il mio magazzino e gli indumenti che indossavo. Per tale situazione risultano contaminati tutti gli oggetti personali che portavo quella mattina ei giorni in cui sono venuti allo studio gli inquilini cioè portafoglio, cellulare e orologio e chiavi di case.
Mentre circa cinque anni fa in una palazzina di fronte casa mia hanno sostituito le eternit senza alcuna precauzione liberando delle polveri dalle eternit se per una certa quantità le abbiamo respirate, o entrate in casa o sono andati sui panni appesi sul balcone che poi abbiamo indossato. Inoltre sul balcone c’erano delle piante di basilico e se su di esse è andata una qualche quantità di polvere e poi il basilico mia mamma la messo nel cibo. Una volta è capitato che quando ero all’università c’è un tratto carrabile lungo un 100 di m e largo 6 m costituito da eternit e coperto da griglie al di sopra dei quali passavano i mezzi motorizzati che veniva pulito e spazzato con delle scope dagli operai per circa una settimana ciò ha potuto provocare la liberazione di polveri dalle eternit, io in quei giorni passavo di li più volte al giorno mentre che lavoravano gli operai. Le volevo chiedere se questi episodi sono pericolosi presi singolarmente e se si accumulano gli effetti dell’esposizione avuta all’amianto e alle eternit in questi episodi c’è pericolo di esposizione alle polveri liberate dalle eternit. Inoltre volevo chiederle se si hanno delle ferite aperte le polveri si possono diffondere nel corpo attraverso la circolazione sanguigna. Poi se le eternit sono integre provocano qualche pericolo.
Per ultimo siccome in questi giorni sono andato un po’ in uno stato di paura l’altro giorno sono andato su degli elementi ondulati integri di colore violaceo, quando li ho calpestati con i piedi questi si deformavano potevano essere eternit perché da quello che vedo le eternit mi sembrano abbastanza rigidi.
[#9] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi se la disturbo ancora ma sulla rete ci sono atteggiamenti discordanti alcuni dicono che anche ad una semplice esposizione di poche ore a frantumi di eternit e amianto è pericolosa per contratte TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi (anche perchè un suo collega con il numero ident medico professionista non più iscritto id: 66038 rispondendo ad una domanda E’ ormai dimostrato che anche bassissime esposizioni a polveri di amianto possono indurre un ben preciso tumore polmonare il mesotelioma pleuricoha detto che basta anche un singolo conttato per contrarre delle malattie, mentre il dott.Dr. Paolo Scanagatta in una domanda ha detto che "In buona sostanza lo svilupparsi di una malattia di questo tipo dopo una sola, occasionale, esposizione è alquanto improbabile anche se non impossibile ") altri fanno riferimento ad anni di esposizione per contrarre TUMORI POLMONARI, MESOTELIOMI, asbestosi come i lavoratori e i loro familiari. Inoltre su internet sul Versamento pleurico da asbesto: di rado, le persone esposte all'asbesto sviluppano un versamento pleurico 5-20 anni dopo l'esposizione. Il versamento può fare seguito a una breve esposizione ma più spesso è conseguente a esposizioni intermedie (cioè, fino a 10-15 anni). Il meccanismo è ignoto, ma si presume che le fibre si spostino dai polmoni alla pleura inducendo una risposta infiammatoria. Nella maggior parte delle persone, i versamenti si risolvono dopo 3-6 mesi; il 20% sviluppa una fibrosi pleurica diffusa. Pochi individui possono sviluppare un mesotelioma maligno molti anni più tardi, ma non ci sono prove di un aumento dell'incidenza del mesotelioma tra quelli che hanno avuto un versamento pleurico. Le volevo chiedere per incorrere in queste malattie per quanto tempo deve essere sotto l’esposizione di tali frantumi di eternit e se si incorre anche in altre tipologie di malattie. Inoltre allunga l’esposizione se continuo ad indossare i vestiti e le scarpe che indossavano quella mattina o a utilizzare la fettuccia e il distanziometro che ho utilizzato quella mattina, poiché prolungano i giorni di esposizioni alle polvere essendo andati sui vestiti e sulla fettuccia e il distanziometro oltre al primo contatto con le polveri liberate dall’eternit rotte che erano sul posto. Per tale situazione indossando i vestiti e le scarpe e il giubbotto io e miei collegi che quella mattina sono stati a fare le misure abbiamo reso pericoloso gli ambienti che frequentiamo cioè lo studio tecnico, la macchina che uso o la casa dove abito io personalmente frequentando questi luoghi con i vestiti, le scarpe o i giubbotto che indossavo quella mattina. Inoltre mia mamma mi ha spazzolato il giubbino il giorno successivo nel corridoio di casa senza lavarlo e mi ha lavato e scosso le scarpe nella vasca del bagno dove mi lavo i denti, mi faccio la barba e la doccia mentre i vestiti mi mamma li ha lavati a mano senza metterli nella lavatrice . Inoltre indossando quei vestiti e giubbotto ho avuto dei rapporti sessuali con la mia fidanzata. Avvolte mi capita di avere un leggero fastidio alla gola dando qualche colpo di tosse può essere un fattore psicologico poiché dopo che ho mangiato e bevuto acqua la gola la sento normale senza quel grado di pesantezza. Inoltre due volte sono venuti allo studio i due inquilini della casa che abitano nella casa in cui in uno di questi spigoli ci sono le eternit, nello studio sono stati una volta per circa 45 minuti ed una seconda volta per 30 minuti e se con loro e vestiti ci hanno esposto a delle polveri liberate dalle eternit rotte contaminando lo studio e i nostri vestiti, in tale situazioni mi sono toccato gli occhi il naso, bocca e occhi. Inoltre dopo tali incontri allo studio ho avuto dei rapporti di natura sessuale con la mia ragazza indossando gli stessi vestiti. Inoltre hanno parcheggiato la macchina vicino alla mia, se la macchina aveva polvere che sono andate sulla mia e poi la mia macchina abbia contaminato il mio magazzino e gli indumenti che indossavo. Per tale situazione risultano contaminati tutti gli oggetti personali che portavo quella mattina ei giorni in cui sono venuti allo studio gli inquilini cioè portafoglio, cellulare e orologio e chiavi di case.Mentre circa cinque anni fa in una palazzina di fronte casa mia hanno sostituito le eternit senza alcuna precauzione liberando delle polveri dalle eternit se per una certa quantità le abbiamo respirate, o entrate in casa o sono andati sui panni appesi sul balcone che poi abbiamo indossato. Inoltre sul balcone c’erano delle piante di basilico e se su di esse è andata una qualche quantità di polvere e poi il basilico mia mamma la messo nel cibo. Una volta è capitato che quando ero all’università c’è un tratto carrabile lungo un 100 di m e largo 6 m costituito da eternit e coperto da griglie al di sopra dei quali passavano i mezzi motorizzati che veniva pulito e spazzato con delle scope dagli operai per circa una settimana ciò ha potuto provocare la liberazione di polveri dalle eternit, io in quei giorni passavo di li più volte al giorno mentre che lavoravano gli operai. Inoltre sotto la stanza dove dorme e vicino l’ingresso di casa c’è nel cancello a fianco un’autoclave coperto da eternit, una di questa è rotta, molto spesso lascio il balcone della stanza da letto aperto soprattutto durante il periodo estivo, inoltre tutti i giorni ci passo perché c’è l’ingresso del palazzo ciò può essere un pericolo. Le volevo chiedere se questi episodi sono pericolosi presi singolarmente e se si accumulano gli effetti dell’esposizione avuta all’amianto e alle eternit in questi episodi c’è pericolo di esposizione alle polveri liberate dalle eternit. Inoltre volevo chiederle se si hanno delle ferite aperte le polveri si possono diffondere nel corpo attraverso la circolazione sanguigna. Poi se le eternit sono integre provocano qualche pericolo. Per ultimo siccome in questi giorni sono andato un po’ in uno stato di paura l’altro giorno sono andato su degli elementi ondulati integri di colore violaceo, quando li ho calpestati con i piedi questi si deformavano potevano essere eternit perché da quello che vedo le eternit mi sembrano abbastanza rigidi.