Utente 858XXX
Salve dottori. Vorrei chiedervi un consulto per conto di mia cognata. Da un paio di mesi circa presenta delle macchie rosse molto evidenti sul viso (che si presentano con pelle raggrinzita, come se la pelle fosse "scottata"). Convive con questo problema in realtà da anni: le macchie infatti si presentavano durante l'inverno soprattutto per il freddo ma erano meno evidenti e si limitava a lenire la reazione della pelle con creme. Ora il problema si è aggravato tanto da causarle depressione e imbarazzo a contatto con la gente. Per risolvere il problema si è rivolta al medico di base che le ha consigliato cortisone per via orale e che ha risolto (anche se non del tutto) il problema soltanto per il periodo limitato all'assunzione del farmaco. Una volta interrotto il cortisone infatti il problema si è ripresentato esattamente come prima. Si è anche rivolta a numerosi dermatologi (che le hanno solo prescritto creme ecc.. che hanno tamponato il problema senza mai risolverlo alla radice). Inoltre in questi ultimi giorni, dopo aver mangiato alimenti come pasta e pane nota un peggioramento delle macchie, avverte brividi di freddo e si sente stanchissima. Circa 5/6 anni si era sottoposta a test delle allergie che avevano escluso celiachia. Era risultata allergica ad alcuni alimenti che ha eliminato dalla sua dieta. Ormai è molto demoralizzata, pare quasi che si debba rassegnare: io non ne sono convinta. Volevo chiedervi un parere in merito: secondo voi come dovremmo muoverci? Sarebbe opportuno ripetere un test delle allergie in modo più approfondito (ripetendo anche quello della celiachia)? Vi ringrazio molto per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Come descrive le manifestazioni sembrano essere dovute ad un problema da contatto e non ad orticaria ma certamente senza vedere è molto difficile.
Non credo che c'entrino gli alimenti, è allergica alla polvere ? Ha problemi con la bigiotteria?
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
gentile dottore, la ringrazio molto per la risposta. Nei test che aveva fatto anni fa era risultata con una lieve allergia alla polvere e allergia al nichel (non porta mai bigiotteria). Secondo lei l'allergia potrebbe essere peggiorata? potrebbe essere diventata allergica a nuove cose? è opportuno ripetere il test delle allergie? i dermatologi si limitano a somministrarle cortisone e nessuno parla di ripetere i test allergologici...grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
E' possibile che si sia modificata l'allergia ma potrebbero essere le stesse sostanze che oggi danno dei disturbi diversi. Bisognerebbe mettere in relazione un'eventuale causa (p.es.acari) e decidere cosa fare. Però è importante vedere le manifestazioni . Non è detto che sia necessario ripetere gli esami; ciò si fa solamente quando ci sono nuovi sintomi.
Cordiali saluti