Utente 845XXX
Sono un ragazzo di 30 anni peso 75kg per 178cm di altezza. Soffro da sempre di allergie stagionali ai pollini e polveri,da due anni invece della solita oculorinite,fastidiosa e con starnuti ripetuti allo sfinimento oltre che muco ed occlusione vie aeree,ho avuto sintomi di vera e propria impossibilità a respirare,cadute di pressione con senzazioni di rallentamento fino all'incapacità di compiere movimenti e cadute di pressione,o a volte tachicardie improvvise e forte cefalea alle tempie o alla nuca,insieme a forti capogiri e senzaione di svenimento,gonfiore e tensione della gola,momenti con dolori toracici brevi e sudorazione fredda con estremità gelide e sofferenti a volte di parestesie e formicolii,oltre a sfoghi simili orticaria sulla schiena prima quasi mai avuti.Dopo lunghe serie di esami vista la situazione invalidante e compromettente la mia vita soprattutto lavorativa,mi sono state diagnosticate alcune patologie minori(es.lieve ipertrofia turbinati,mutazione mthfr con iperomocisteinemia ora curata ma continuano i malori,ed un lieve peggioramento di pielonefrite cronica di cui soffro dalla nascita(la quale mi è stato detto non influisce su questi sintomi)oltre a modico ingrossamento della milza che persiste(eco addome diametro trasverso massimo:nel 2008 di 119mm,nel 2009 di 121mm,l'altro giorno(2011)di 122,2mm).L'ematologo di ha detto che ho linfonodi leggermente più in evidenza della norma,e dopo aver visto gli esami completi mi ha preso in cura per valutare nel tempo,nonostante per ora escluda gravi patologie vista la normalità degli altri dati.
Dagli esami allergologici su sangue è risultato:
leggere reazioni(valori da 1,02 a 7,45ku/l)ad acari ricombinanti t216 bet v2 e t220 bet v4;reazioni più importanti a:ontano bianco(37ku/l),nocciolo(32,1),artemisifolia(26,9),assenzio(13,9),ricombinanti g205 phl p1(18,4),g215 phl p5b(32,7)e t215 bet v1(28,3);il prick test ha confermato molto di quanto prima ed ha anche rilevato l'allergia all'istamina,comunque non sembrano esserci particolari allergie alimentari.Mi stata sconsigliata l'immunoterapia,e prescritta profilassi con cetirizina,spray cortisonici(fluticasone furoato),bentelan in caso di emergenza e in valutazione la possibilità di dotarmi di kit con siringa di adrenalina per shock anafilattici.Questi farmaci possono darmi complicazioni renali ulteriori?L'uso continuativo di cetirizina può dare nel tempo dei problemi?Ci sono dei modi per far regredire l'allergia?Mi sono anche stati prescritti farmaci antidepressivi SSRI per evitare di peggiorare con l'ansia,ma non ho situazioni che mi portano a problemi psichici e i malori insorgono soprattutto quando sonon esposto agli allergeni:questi ultimi farmaci non rischiano i peggiorare le cose?Inoltre sono intollerante alle benzodiazepine(scoperto durante un intervento di correzione di un cheloide retraente sviluppatosi a seguito dell'operazione di correzione megauretere refluente sostenuta nell'infanzia causante la pielonefrite di cui prima).

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
No, non ci sono problemi per i reni con terapia continuativa di cetirizina. Ci sono molte persone che assumono quotidianamente l'antistaminico anche per tanti anni senza problemi. L'allergia col tempo può ridursi. Se non è indicato il vaccino può fare solo questa terapia che comunque dovrebbe contenere i sintomi.
Cordiali saluti