Utente 198XXX
Buon giorno,
sono una ragazza di 21 anni e a novembre ho fatto un tatuaggio ( non il primo) che mi ha dato una reazione allergica dovuta ad un inchiostro infetto.
Il tatuaggio è colorato ( nero, verde e giallo) e la reazione si è manifestata con diverse macchie rosse, l'ho fatto sul piede e prima di avere la risposta dell'infezione molti hanno sostenuto fosse un problema di pelle più delicata.
Ho consultato anche un dermatologo che mi ha detto di chiedere un consulto medico prima di ripassare il tatuaggio che è rimasto rovinato.C'è un'alta probabilità che io sia ora allergica agli inchiostri, ma quello che non mi è stato detto è se sono realmente allergica a tutti o se è stata solo una reazione dovuta a quell'inchiostro infetto. Io vorrei ripassare il tatuaggio ma prima di avere un'altra sgradevole reazione vorrei avere delle risposte, ci sono test possibili da fare? Inoltre lo sfogo persiste ancora con prurito sugli altri tatuaggi e sul corpo in generale, mi è stato detto che l'infezione è ancora in circolo. Il problema è che nessuno è sicuro di quello che dice, sono solo ipotesi, come posso essere sicura? potrò mai ripassare il tatuaggio?

grazie dell'attenzione

cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
E' difficile dare una certezza perchè ci possono essere reazioni allergiche , soprattutto nelle persone allergiche al nichel. Lei parla di infezione, ma quello è diversa da allergia. Se fosse infetta dovrebbe guarire, se fosse allergia sarebbe più difficile. Potrebbe provare con un antistaminico ma sarebbe utile farsi vedere da un dermatologo.
Esiste il patch-test ma non è specifico per il tatuaggio.
Cordiali saluti