Utente 158XXX
Salve, essendo che i prezzi dell'impiantologia dentale sono molto elevati ho effettuato parecchie visite da diversi dentisti e mi sono resa conto che nel mio caso ogni chirurgo odontostomatologo ha detto la sua oponione. E' passato un anno dalla prima visita e mi ritrovo ad avere un'orrore in bocca ci sarebbero 6 estrazioni da fare nell'arcata superiore (i laterali) e vorrei avere un consiglio su quale lavoro scegliere la 1° ipotesi è estrazione e impiantologia immediata con carico dentale fisso dopo 3 mesi quindi subito i perni oppure 2° ipotesi estrazioni guarigione per bonificare la bocca per 4 mesi e poi impiantologia con carico dentale dopo la guarigione quindi ritagliare nuovamento dove è appena guarito, ovviamente sarò così poi necessario l'innesto dell'osso che nel 1°caso potrebbe non essere necessario in quanto il perno viene infilato subito dopo l'estrazione. quale delle due soluzioni sarebbe più giusta? e per bonificare la bocca non basterebbe un antibiotico di modo che la gengiva se è infiammata guarisce e non devo aspettare 4 mesi senza denti avendo 21 anni grazie di cuore
[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Non basta un antibiotico per bonificare una bocca con dei denti infetti.
I tempi per ottenere una guarigione ossea son quelli 3-4 mesi.
Se gli impianti vengono posizionati subito dopo le estazioni si parla di impianti post-estrattivi immediati, se su quegli impianti viene messo subito un provvisorio si parla di impianti post-estrattivi immediati a carico immediato.
Entrambe le strade posson esser valide.
Le faccio una metafora, se deve andare da Biella a Milano può farsi guidare da un autista (implantologo) prudente che percorre la strada in tutta serenità rispettando i limiti di velocità (i tempi biologici di guarigione ossea)e arrivando a destinazione sana e salva in un paio d'ore.Può anche però decidere di farsi condurre a destinazione da un autista che spinge un pò sull'acceleratore (impianti post-estrattivi immediati a carico immediato)e la porta a destinazione nella metà del tempo. In questo secondo caso è ovvio che si corre qualche rischio in più (percentuale di insuccessi più elevata),tuttavia se l'autista (l'implantologo) sa quel che fa e se la strada (l'osso nel quale verranno inseriti gli impianti)lo consente la sua soddisfazione è garantita.
Correndo i rischi di andare fuori strada son comunque maggiori.
Impossibile per noi fare una scelta al suo posto.
La saluto cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Angelo Rossi
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOVATE MILANESE (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Signora la risposta del collega dott. Di Iorio è perfetta e chiara quindi sta alei scegliere quale delle due strade percorrere in base alle sue esigenze.
[#3] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio di cuore, ho afferrato perfettamente la sua metafora e a sto punto credo che sceglierò il chirurgo che mi fa l'intervento in indovena (è giusto?) che mi fa le estrazioni e automaticamente mette il perno poi dopo 10 giorni quando tolgo i punti mi mette una corona di denti provissiri semplicemente per accorciare i tempi perchè giustamente se una clinica privata si sente di fare l'impianto subito dopo l'estrazioni a priscindere dal fatto che i denti siano in cattivo stato e le gengive infiammate vuol dire che sanno cosa fanno e se va tutto liscio ho già i denti provvisori dopo 10 giorni senza dover aspettare 3-4 mesi solamente perchè non ce la faccio più a stare con 21 anni in queste condizioni a mio rischio e pericolo capisco che sarebbe stato meglio scegliere il chirurgo che avrebbe messo i perni dopo 3-4 mesi dico bene.... comunque l'indovena è sicuro e giusto farla? questo chirurgo mi metterebbe un ponte con due perni e tre denti cosa ne pensate?
[#4] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
La sedazione endovenosa può essere una strada per farle sentire meno lo stress legato all'intervento.
Circa il proggetto implantoprotesico per poter esprimere un parere bisognerebbe conoscere dati clinici e radiologici che in un consulto su internet non abbiamo la possibilità di esaminare.
Se ha giudicato che l'implantologo è preparato si affidi tranquillamente a lui.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
E' davvero difficile prendere la decisione giusta non essendo afferata in materia posso solo aggiungere che devo togliere i denti 14.15.16 dx 24.25.26 a sx dove dovrei fare il rialzo del seno mascellare con l'impianti singoli mentre se faccio il ponte no perchè l'osso manca nel dente 25 non rischio l'atrofilia nel tempo?
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ma non erano 3 corone con due impianti e rigenerazione ossea da mettere?

Temo che le idee siano poche, ma peraltro ben confuse.
Però lei ci chiede pareri on-line, non delle indicazioni di massima, possibili, ma ci chiede delle risposte che solo una visita clinica più dare.

Personalmente non esprimo più un parere, perchè temo di dirle delle enormi sciocchezze.
Nella sua altra situazione lei ha descritto una situazione, e le ho dato una indicazione, ma qui appare ben diversa, e in un anno NON PUO' essere cambiata così radicalmente.
Le stesse cose dovevano per forza esserci un anno fa!

Cosa consigliarle quindi?

Venga da uno di noi.
Quello che le sembra più simpatico, più preparato, il più vicino...
Quello che vuole, insomma.
Perchè, on-line, temo che possiamo solo aumentare la confusione.
[#7] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Dott.Formentelli ha perfettamente ragione prima il quadro clinico mi era stato descritto così come ho scritto la scorsa volta mentre ad oggi ho dovuto richiedere un'altro consulto in quanto la diagnosi è cambiata nuovamente di conseguenza sono dinnuovo al punto di prima confusa al massimo mi creda! sinceramente non ci sto più capendo nulla..... so solo che a me mancano i denti e non capisco come mai in ogni posto dove sono andata nessuno voglia farmi l'intervento e tutti anno un'idea diversa del lavoro da farsi non so di chi fidarmi! voglio solamente tornare a sorridere con i denti come tutte le mie coetanee e avere un lavoro in bocca sicuro e duraturo nel tempo tutto qui.....
[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non sono richieste strane le sue.
Sono le richieste di OGNI paziente.

Personalmente dubito molto che a 23 anni la situazione sia così catastrofica come alcuni le hanno prospettato.

Tutti hanno un'idea diversa del lavoro da farsi...
Succede.
Legga la stessa notizia su quotidiani diversi...
Non succede lo stesso?
Sembra che viviamo su mondi alternativi...

L'unica cosa certa è che le mancano dei denti, che vanno rimpiazzati.

Di chi fidarsi?

Come in amore, non c'è una ricetta sicura.
Si fidi di una PERSONA, prima che di un dentista.
Vada a sensazioni, per cercare di distinguere un medico da un mercenario dell'implantologia.