Utente 664XXX
salve sono affetto da sindrome da fatica cronica,sono stato allettato anche per un po di tempo,ho interroot l'atività sessuale da diverso tempo(3 anni circa) da tempo non mi masturbo più e ho disfunzione erettile,sto facendo delle cure per la mi malattia ma quelle che mi preoccupa è che da tempo non ho più nenahce erezioni notturne,i medici mi han sempre tranquillizzato su un eventuale recupero dell attività erettile in seguito ad un miglioramento della sintomatologia generale ma io son venuto a sapere che se non ci sono erezioni per nulla per un certo periodo di tempo i tessutti si danneggiano irreparabilmente
naturalmente sono molto scoraggiato anche perchè l'andrologo non me lo aveva detto,minimizzavano anche dicendo "magari nonn te ne accorgi" o amenità del genere,era evidente per me che il pene ed i muscoli intorno stavano cambiando
ed avere erezioni volontarie diventava quasi impossibile
Vorrei sapere quindi per quanto tempo il pene può stare senza erezioni prima di danneggiarsi e cosa si può fare per verificare se tale danno è gia avvenuto(anche in modo approssimativo ed "empirico") o meno e se e quanto si può recuperare
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
sono della opinione del suo andrologo. Appemna passa questo disgraziato momento recupera subito.