Utente 117XXX
Salve, sono una ragazza di 20 anni e vorrei richiedere un consulto riguardante alcune analisi effettutate dopo un forte mal di gola con placche, febbre e ghiandole del collo ingrossate. I sintomi sono spariti nel giro di 5 giorni con uso di antibiotico e cortisone. Facendo pero le analisi sono risultata positiva al mononucleosi-test e mi preoccupano i risultati di alcune analisi:
EBV - VCA igM 1624 u/ml (da 0 a 20 u/ml negativo, da 21 a 40 u/ml borderline; oltre 41 u/ml positivo)
EBV - VGC igG 24 u/ml (da o a 20 u/ml negativo; oltre 21 u/ml positivo)
EBV - NA (AG. NUCLEARE) 3 (da 0 a 20 negativo; oltre 21 positivo)

Sono molto preoccupata soprattutto per il primo valore, quello che credo indichi l'infezione in corso, che risulta molto alto. Inoltre le analisi le ho potute effettuare solo dopo 10 giorni dalla totale scomparsa dei sintomi.

Vi ringrazio per l'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

Lei ha una Mononucleosi in corso, su questo non ci piove. Le analisi lo indicano chiaramente. E' una malattia a decorso benigno che può creare problemi principalmente se viene contagiata una gravida nel primo trimestre, dal momento che si possono verificare danni sul feto.

Al di là di questo, non ci sono problemi seri o rischi gravi per gli altri soggetti, a parte una forte debolezza e delle faringiti che, a volte, richiedono l'uso di forti antiinfiammatori fino agli steroidi. Gli antibiotici nella Mononucleosi infettiva sono totalmente inutili e, di solito, anche dannosi (Ampicillina e Amoxicillina provocano un rash cutaneo)

Si guarisce senza problemi anche se può essere necessaria qualche settimana. Il mio consiglio è quello di considerare la malattia, non le analisi che, in fondo, servono semplicemente a diagnosticare, escludere o monitorare la stessa. Un atteggiamento diverso sarebbe simile a quello di chi tiene gli occhi fissi sul tachimetro della macchina ma non si cura della strada.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio tantissimo per la rapida risposta, quello che mi lascia perplessa è il fatto che il mio medico di base escludesse la mononucleosi in quanto, visitandomi, non ha riscontratro rigonfiamenti ne altri problemi. Le analisi me le ha prescritte piu per mia insistenza che per altro. Inoltre non ho piu alcun sintomo da prima di fare le analisi! Devo consigliare al mio ragazzo di fare il monotest? lui dice di non aver mai avuto la malattia, nel caso lo avessi contagiato risulterebe anche se non ha ancora nessun sintomo?
Posso escludere che si tratti di tumore nonostrande il valore delle igM molto alto?
La ringrazio.
[#3] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

La diagnosi di Mononucleosi non è sempre facile e, a volte, ci si arriva solo per esclusione. Forse il Suo Medico di Medicina Generale non ha effettuato una valutazione di tutte le stazioni linfonodali ma solo di alcune, o forse i Suoi linfonodi non sono troppo evidenti alla palpazione. Sono solo ipotesi. Potrebbe voler chiedere al Suo Medico quale sia stato il suo ragionamento diagnostico, niente di male: io sono solito cercare di informare i miei Pazienti su quali siano i miei dubbi e le mie ipotesi e mi capita spesso di cercare informazioni sui database medici anche davanti ai Pazienti.

Forse può rassicurarLa il sapere che l'esecuzione delle analisi non condiziona né il decorso della malattia né l'atteggiamento terapeutico, quindi, se dobbiamo ragionare a rigor di logica, sono praticamente inutili ai fini della gestione della malattia. Infine, il movimento anticorpale non è sempre sincrono con i sintomi.

C'è una forte possibilità che il Suo ragazzo sia contagiato: secondo il ragionamento esposto prima, può essere interessante controllare i suoi anticorpi, anche se io aspetterei 10-12 settimane e andrei a cercare le IgG, per essere sicuro che sia stato immunizzato. Le IgM durano meno tempo e sono indice di infezione acuta, quindi potremmo avere un falso negativo.

Lasci perdere le paure di tumori, non credo proprio che sia questo il caso.

Saluti :)
[#4] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio nuovamente, domani mi recherò dal medico con il risultato delle analisi. Secondo Lei dovrò portare avanti qualche cura o basterà semplicemente aspettare alcune settimane? Lui è gia stato informato del risultato delle analisi, solo che non ho saputo dirgli nulla di certo non essendo sicura della mia giusta interpretazione dei risultati. Se non sbaglio è possibile che la malattia sia asintomatica, quindi non mi sento di escludere che lui la abbia gia avuta, non riuscendo a trovare altre "cause" di contagio.
Mi ha tolto molte preoccupazioni!
Grazie. Buonasera.
[#5] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Sono certo che il Suo medico sia in grado di interpretare i risultati delle analisi. Dal momento che la terapia, nella Mononucleosi, è sempre sintomatica, cioè tesa ad attenuare i sintomi, il fatto stesso che Lei non abbia nessun disturbo ci porta a concludere che non sembra più necessaria nessuna terapia.

Saluti ancora e non c'è di che :)
[#6] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora, è stato disponibile, gentile e molto chiaro! Le auguro un buon prosegguimento di giornata.