Utente 180XXX
Ho 37 anni. 20 anni fa ho subito un intervento di asportazione di un astrocitoma di secondo grado al midollo spinale che non ha interferito con la funzione erettile. Da 15 anni non effettuo più controlli e non ho sintomi suggestivi di una ricrescita tumorale. Da circa otto mesi ho erezioni insoddisfacenti. L'inizio del problema coincide con due eventi: rottura di una relazione decennale e inizio di una dieta dimagrante (ho perso circa dieci chili passando da 88 a 78 Kg). Al momento non mi sento di parlarne di persona ad un medico. Posso avvalermi di qualche utile consiglio?. E' opportuno effettuare qualche indagine medica che mi consenta di escludere problemi organici? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
per una diagnostica precisas del suo problema servono:
1) Visita da vivo
2) ecodppler basale e dinamicio del pene
3) profili ormonali.
Questa grigòlia va ampliata op ristretta dal collega che la visiterà a seconda delle risultanze della visita.