Utente 110XXX
Ho 56 anni soffro di stanchezza persistente, facile affaticabilità, a volte difficoltà alla concentrazione, titti sintomi che si accentuano di molto nel periodo estivo con il caldo afoso. ho eseguito vari esami del sangue e non è emerso nulla di particolare; da visita cardiologica è emersa aritmia extrasistolica ventricolare monomorfa, da ECG è emerso: sinusale regolare, 78/bm' interrotto da frequenti Bev monomorfi tardivi spesso a ritmo bigemino
P- Q 014 sec Asse QRS +40 non alterazioni significative del complessi di base. Ho effettuato anche elettr. da sforzo cosi commentato: paziente si è esercitato secondo il WHO per 9:15 min.sce. ottenendo un livello di lavoro di carico max 125 WAtt frequenza cardiaca a riposo inizialm. 87 bpm, è salita ad una frequeza cardiaca massima di 137 bpm che rappres. 82% di quella massima per l'età. la Press. sangiugna a riposo era 130/90 mmHg, è salita a press. mass. di 219/100 mmHg, il test di esercizio è stato arrestato a causa aumento patologico pressione sanguigna. Ho eseguito anche OLTER con questo commento: R.s. normovariante. assenti pause, circa 12000 BEV monomorfi spessi bi trigemini compatibili con possibile parastistolia ventricolare (copula variabile, vari gradi di fusione) ST/T nella norma.
Gradirei un Vs. commento su quanto sopra esposto ed un consiglio su cosa dovrei fare sopprattutto in relazione alla aritmia extrasistolica risontratami
Con i migliori ringraziamenti per l'attenzione e i migliori saluti


















































Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la cosa più semplice da fare è una adeguata terapia farmacologica che possa incidere tanto sull'extrasistolia che sull'ipertensione. Le varianti terapeutiche sono molteplici, ne parli con il curante.
Saluti