Utente 197XXX
salve
il mio andrologo ha deciso di farmi fare il rigiscan.il tes inizia venerdi 25 marzo. io assumo il cialis da 5 mg all occasione,prima di un rapporto quindi non tutti i giorni. volevo sapere se oggi 20 marzo potevo assumerlo o se rischio di influenzare il test del rigiscan. quanti giorni ci vorrebbero per smaltire l effetto di una singola pastiglia da 5 mg? grazie...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
In termini farmacologici il 25 marzo la vedrà libero dal farmaco, tuttavia è esperienza diffusa che dopo la assunzione di Tadalafil l'erezione può rimanere più vivace per un pò di giorni. Una specie di effetto memoria. Se ha già sperimentato qualcosa del genere di persona, allora Le suggerirei di evitare di prendere il farmaco, anche se è un suggerimento del tutto empirico. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

il rigiscan è un test che dovrebbe discriminare un deficit erettile di tipo psicologico da uno di tipo organico.
Se lei prende il cialis e ne ha benefici, il sospetto che lei abbia una problematica vascolare sembrerebbe abbastanza ovvia.
Allora perchè il Rigiscan?
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
dottor pozza, ho 24 anni è una relazione fissa. in seguito a problemi di erezione durante il rapporto,con perdita dell erezione,e un calo del desiderio unito ad una mancanza di erezioni mattutine e spontanee mi sono rivolto al mio andrologo. dopo aver constatato la prostata molle ha deciso di darmi un antibiotico e l assunzione di cialis day che potesse permettermi di avere cmq rapporti sessuali e che compessasse l eventuale problema psicologico.premetto che con il cialis day non ho piu riscontrato problemi durante il rapporto. alla visita successiva ha constatato un miglioramento della prostata e fissato la visita per il rigiscan e diminuito l utilizzo del cialis day da assumere solo all occasione. senza l assunzione del cialis ho difficolta anche nella masturbazione, e avendo smesso di assumere cialis day ogni giorno ma solo all occasione ho notato che anche la prestazione sessuale è peggiorata. forse 5mg all occasione sono pochi. dal mio quadro clinico come avrebbe proceduto? che esami mi avrebbe fatto fare?
[#4] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Rileggendo i Suoi post si comprende che Lei è molto ansioso. A 24 anni le possibilità che Lei abbia una disfunzione erettile organica sono remote (a meno che non si sia avuta sin dai primi rapporti). In questi casi decidere quali esami proporre è responsabilità di chi la ascolta in uno studio medico. Alcuni accertamenti possono essere consigliati se non altro per tranquillizzare il paziente e dimostrargli che il suo pene funziona, altri possono essere motivati da patologie concomitanti (prostatite?) che potrebbero influire negativamente sulla erezione.
[#5] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
sono laureato in economia non ho conoscenze mediche ma so bene quanto conti la testa nel campo sessuale. 30 anni fa molte persone non avevano il coraggio di andare dal medico per trattare certe tematiche,coloro che invece affrontavano il problema spesso si sono sentite dire che fosse un problema psicologico. la medicina come lei mi potrà confermare ha fatto grossi passi in avanti in questo campo scoprendo che in tantissimi casi la disfunzione è dovuta a cause organiche. non essendo veggente non so quale sia il mio problema,se è dovuto ad un fattore psicologico o organico,mi sono messo nelle mani dei medici, ma piu che sentirmi dire forse il suo problema è spicologico vorrei che mi venissero fatte tutte le analisi per capire esattamente cosa ho. se poi si arrivasse alla conclusione che il mio pene è sano ben venga.ho problemi dai primi rapporti dall età di 17 anni, ma nn avendo confidenza con il sesso e con il corpo ho tardato ad andare dal medico. ciò che le chiedo è cosa bisogna fare per capire perchè il mio pene non risponde come dovrebbe.qual è la prassi da seguire.