Utente 188XXX
Buongiorno dottore, le chiedo un consiglio su una diagnosi da pronto soccorso.
Circa quindici giorni fa in casa mi sono fatta male al pollice sinistro. praticamente facendo pressione col pollice su una superficie troppo dura, purtroppo il pollice e' andato all'indietro provocandomi un forte dolore. ho subito messo del ghiaccio impedendo cosi il gonfiore dello stesso, e per circa 5 giorni ho steccato in modo casalingo il pollice in modo da evitare ogni movimento e quindi dolore della parte. dopo circa dieci giorni avevo ancora male ma soprattutto dolenzia e impotenza funzionale cosi mi sono decisa di andare al pronto soccorso, dove, dopo aver fatto i raggi, mi rassicuravano sul fatto che non c'era nulla di rotto ma, dopo visita ortopedica, mi veniva diagnosticato uno stiramento della placca del pollice con prescrizione di tutore rhizogib per almeno venti giorni. sono passati altri giorni e a volte, per alcuni minuti libero la mano dal tutore vedendo purtroppo che il dolore e l'impotenza non passa... al pronto soccorso mi e' stato detto che non e' una cosa operabile, che e' dolorosa, che durera' almeno per sei mesi e che a volte mi fara' ancora male... Possibile non ci sia altro da fare? potete consigliarmi qualcosa o indicarmi un ortopedico a cui rivolgermi in zona Genova?
Grazie per l'aiuto...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Allora 15 giorni fa si è fatta male, e 5 giorni fa è andata in Pronto Soccorso dove Le hanno prescritto un tutore per 20 gg. Come può pensare che dopo 5 gg possano essere passati dolore e impotenza funzionale? Se viene prescritto un tutore per 20 gg si dovrebbe comportare come se avesse un gesso e aspettare la fine delle cure per vedere il risultato: è un po' come se avesse una ferita e dopo 5 gg "a volte, per alcuni minuti " toglie i punti e poi si lamenta che la ferita non è ancora cicatrizzata.
Non posso esprimere pareri sulla Sua lesione specifica, non avendoLa visitata. Le consiglio invece di consultare un ortopedico esperto in chirurgia della mano: può trovare qui quelli della Sua regione (anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società) con indicate anche le strutture pubbliche nelle quali lavorano.
Cordiali saluti