Utente 105XXX
Salve

vorrei chiedere un chiarimento su una situazione. Ieri ho avuto un rapporto protetto con preservativo con la mia fidanzata. Prima del rapporto, nel mettere il presertativo, questi è venuto a contatto con del liquido preseminale che era presente sul mio pene. Il fatto è che non riuscendo ad inserirlo, l'ho girato e reinserito. Quindi del liquido preseminale è rimasto sulle pareti esterne del preservativo. Dopo un paio di minuti è iniziata la penetrazione. Sul momento non ci ho pensato ma, ora, mi chiedevo se il liquido preseminale all'esterno del preservativo, venuto poi a contatto con la vagina durante la penetrazione, possa aver dato luogo ad una fecondazione. C'è qualche possibilità che la mia ragazza sia rimasta incinta ?
Nel caso, invece, che, oltre al liquido preseminale, sia uscita una piccola quantità di sperma (l'eiaculazione in ogni caso è avvenuta successivamente durante il rapporto)come si può quantificare il rischio ?

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il liquido preseminale, se questo era,m è privo di spermatozi, per cui nessuna possibilità, con queste modalòità, di induzione di gravidanza indesiderata.
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,

la ringrazio per la risposta. Sono quasi certo si tratti solo di liquido preseminale anche perché l'eiaculazione è avvenuta dopo durante la penetrazione. Però mi rimane comunque il dubbio che ci siano state tracce di sperma anche perché ho avuto una leggera sensazione di perdita di erezione. Aspettiamo e vediamo.
Giusto per sapere quanto mi devo preoccupare. Eventuali tracce di sperma, anche se minime, sul preservativo, possono essere comparate, come rischio, ad un rapporto non protetto completo.

Grazie.