Utente 476XXX
Gentilissimi dottori,
approfitto dell’utile possibilità che offre questo sito chiedendovi un parere sulla mia situazione.
Sono Giovanni, 25 anni, 77 Kg. Pratico sport nel tempo libero.Non bevo alcolici,non fumo, da analisi recenti ho scoperto di essere affetto dal virus di Epstein-Barr.
Iniziai a non sentirmi bene i primi di Ottobre, ad avere febbricola(37.2-37.5),mal di testa,sonnolenza e spossatezza, lamentando anche un fastidio alla gola; così mi rivolsi al medico,il quale individuò una tonsillite ed una faringite.
Credendo che questi disturbi fossero causati da un infiammazione di natura batterica, il dottore mi prescrisse la seguente cura:
5 compresse Zitromax 500mg(una al giorno), cura con Bentelan 1mg (a scalare 3compressex1giorno,2x2,1x3),aerosol con fluibron e clenil mattina e sera.
Il primo giorno, probabilmente per reazione all’antibiotico, la febbre salì a 39, nei giorni seguenti 38.5,37.5 fino a non averne…dopo tre giorni dalla conclusione della cura con Zitromax,la febbricola ritornò, e con essa anche i fastidi alla gola, seppure lievi.
Per avere una consulenza specifica mi rivolsi ad un Otorino, che mi consigliò di effettuare le analisi del sangue. Sotto vi riporto i valori risultati alterati:
-Analisi 15/10/2007
GOT (AST) 142 mU/ml [fino a 37 normale]
GPT (ALT) 514 mU/ml [fino a 40 normale]
PROTEINEMIA TOTALE 8.4 gr/dl [6.0-8.0]
QUADRO PROTEICO ELETTROFORETICO
-Gamma Globuline 23.5% [11.0-21.0]
-Albumina 51.9% [52.0-68.0]
MUCOPROTEINE 1.23 g/l [0.5-1.2]
ESAME EMOCROMO
-Globuli bianchi 16400 /mmc [4000-9000]
FORMULA LEUCOCITARIA
Neutrofili 9.8% [50-65]
Eosinofili 0.6% [1.0-5.0]
Linfociti 72.5% [25-45]
Monociti 16.6% [5.5-11.7]
LEUCOCITI PER mmc
Neutrofili (val. ass.) 1600 /mmc [2200-4800]
Linfociti “ 11900/mmc [1500-3500]
Monociti “ 2700/mmc [200-1000]
ESAME PIASTRINE
MPV 6.5 fl [7.4-10.4]
Esaminando i risultati l’otorino mi disse che ero affetto da mononucleosi, mi consigliò di sottopormi ad un’ ecografia della milza e del fegato e della parte cervicale superiore e frontale sotto il mento, per individuare eventuali linfonodi e mi prescrisse la seguente cura: compresse di Flantadin 30mg, TAD e SAMIR a fiale da assumere con flebo, aerosol nasale Clenil A e Fluimicil, mangiare assolutamente in bianco, tutto per 10 giorni.
Dall’ecografia fatta conseguentemente risultò milza e fegato ingrossati e la presenza di un linfonodo. Lo specialista internista concordò con la cura dell’otorino, nel dettaglio mi suggerì l’assunzione di Flantadin 30mg a scalare(1 per 5 giorni,1/2 per 5 giorni,1/4 per 5 giorni,1/4 giorni alternati per una settimana,1/4 uno ogni 2 giorni per una settimana)e mi invitò a bere molta acqua.
Dalle analisi eseguite il 19/10, stesso giorno dell’ecografia riporto sempre i valori risultati alterati, questa volta lo specialista aggiunse anche Epstein-Barr virus Ab e Citomegalovirus Ab tra le analisi.
EPSTEIN BARR VIRUS ANTI VCA-IGM 160.0 U/ml [positivo superiore a 24]
EPSTEIN BARR VIRUS IGG ANTI VCA 88.1 U/ml [positivo superiore a 24]
EPSTEIN BARR VIRUS IGG ANTI EBNA 21.2 U/ml [positivo superiore a 6]
EPSTEIN BARR VIRUS ANTI EA-D 2.0 U/ml [positivo superiore a 1.10]
CITOMEGALOVIRUS NEGATIVO
GOT 90 UI/L [0-37]
GPT 385 UI/L [0-40]
GAMMA GT 247 UI/L [10-60] (esame che non avevo fatto il 15/10))
FOSFATASI ALCALINICA 220 UI/L [45-132](Esame che non avevo fatto il 15/10)
GLOBULI BIANCHI 15200 [4000-9000]
Alcuni giorni dopo ritornai dallo specialista, il quale dopo una controllo a tatto concluse che la maggior parte delle ghiandole ingrossate erano tornate a livelli normali. Mi fissò una nuova ecografia e nuove analisi ancora da eseguire (7/11).
Dopo la cura ho ripetuto le analisi per conto mio il 29/10.Trascrivo i risultati più significativi:
GOT 21 mU/ml [fino a 37]
GPT 61 mU/ml [fino a 40]
GAMAM GT 118 U/L [11-43]
EPSTEIN BARR VIRUS ANTI VCA-IGM 160.0 U/ml[positivo superiore a 24]
EPSTEIN BARR VIRUS IGG ANTI VCA 84.8 U/ml[positivo superiore a 24]
EPSTEIN BARR VIRUS IGG ANTI EBNA 18.9 U/ml [positivo superiore a 6]
EPSTEIN BARR VIRUS ANTI EA-D 1.0 U/ml[positivo superiore a 1.10]
ESAME ECMOCROMO COMPLETO TUTTO NELLA NORMA (globuli bianchi a 6900)
FORMULA LEUCOCITARIA
-Neutrofili 23.8% [50-65]
-Eosinofili 1.5% [1.0-5.0]
-Basofili 0.8% [fino a 2]
-Linfociti 61.0% [25-45]
-Monociti 12.9% [5.5-11.7]
LEUCOCITI PER mmc
Neutrofili (val.ass) 1600 /mmc [2200-4800]
Eosinofili “ 100/mmc [fino a 400]
Basofili “ 100/mmc [fino a 100]
Linfociti “ 4200/mmc [1500-3500]
Monociti “ 900/mmc [200-1000]
ESAME PIASTRINE
MPV 6.7 fl [7.4-10.4]

Fisicamente a parte un leggerissimo fastidio alla gola e una lieve stanchezza non ho altri fastidi.
Volevo approfittare della vostra gentilezza per avere delucidazioni sulle ultime analisi, l’aver trascritto praticamente fa sicuramente risultare tediosa e noiosa la lettura della mia richiesta:mi scuso di quest, ma leggendo altre domande sul sito ho notato che diverse volte avete richiesto maggiori informazioni per poter offrire una esauriente consulenza..ho il presentimento che non le richiederete per questo caso.
Dal 8/09 al 12/09 sono stato con la mia ragazza, non sapendo se lei è affetta o stata affetta in passato volevo sapere se era plausibile la possibilità del contagio da parte sua o mia, anche se durante questo periodo non lamentavo nulla non avevo fastidi.
Il 21/11 dovrei sostenere delle prove fisiche(salto in alto 1.10m,corsa 1000m in 4.05 minuti,25 flessioni),essendomi allenato per tutta l’estate mi basterebbero 15 giorni di allenamento intensivo per riprendere la forma, approfitto della occasione per rivolgervi un’ultima domanda: posso sperare in un ritorno della milza a livelli normali in modo da riprendere l’allenamento in tempo utile?
Vi ringrazio sentitamente semplicemente per la lettura di questa lunga richiesta, per i dottori che risponderanno mi impegnerò per proporli al processo di canonizzazione. Cordiali saluti.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
La mononucleosi imfettiva è una malattia autolimitante e benigna. Il periodo di malessere post critico può essere molto prolungato, e così anche il riposo da osservare. Le sconsiglio vivamente di attuare le prove fisiche da lei riferite. Il periodo di riposo deve essere di due mesi dopo la guarigione e dopo controllo della milza che dimostri la regressione della splenomegalia, cioè dell'ingrossamento. La malattia è facilmente trasmissibile ed il virus viaggia con la saliva, quindi è plausibile il contagio con la partner.
Marcello Masala MD
[#2] dopo  
Utente 476XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio.
Da ricerche fatte su internet sono venuto a conoscenza che la positività delle IGM indica un'infezione in atto,la positività delle IgC dovrebbe indicare una infezione regressa,ma in queste analisi le IgC non sono presenti,compaiono le IGG.IgC ed IGG indicano gli stessi valori?
Approfitto della sua gentilezza per chiederle delucidazioni sulle ultime analisi.