Utente 199XXX
Egregi dottori,vi scrivo a proposito di un episodio successo oggi.
Mi sono svegliata (o meglio sono stata svegliata)con un dolore lancinante al petto...e ne sono quasi certa,era al cuore.

E'un pò di tempo che specialmente a riposo sento dei dolorini...ma mai mi era capitata una fitta(dolore forte)che mi svegliasse!(Alle 6 di mattina)

Nei giorni scorsi ho assunto del paracetamolo per un raffreddore e prendo con una certa regolarità tranquillanti.Ieri sera avevo anche mangiato pesante.

Faccio moto,anche se non ogni giorno e sono obesa.

La fitta è durata tra i 5 ed i 10 minuti...mi sembrava qualcosa di molto simile ad un crampo doloroso.Sono rimasta immobile nel letto aspettando che passasse.

Mi recherò dal medico ma intanto,potreste dirmi se c'è un rischio di infarto reale?Altri elementi che potrebbero aver influito su questo dolore potrebbero essere stati preoccupazioni,stress e aver dormito al freddo?
Devo aggiungere che i miei ritmi sonno-veglia sono molto irregolari(e per questo prendo melatonina)

C'è un reale pericolo?Cosa potrei fare se mi ricapitasse?

vi ringrazio per il tempo che vorrete accordarmi.

Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il tipo di dolore che lei riferisce non pare proprio di tipo cardiaco ne come tipo ne come durata. Ovviamente il suo sovrappeso costituisce un fattore di rischio non indifese te e eprtantole consiglierei di programma una ECG sotto sforzo, specie se avesse altri fattori di rischio come familiarità per ictus o infarto, abitudine al fumo od assunzione di anticoncezionali.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  


dal 2012
La ringrazio molto.

Per capire se c'entra il cuore farò il test.
In ogni caso non fumo,non prendo anticoncezionali.

Se il dolore dovesse ricomparire sotto sforzo potrebbe essere cardiaco?
Ma se non fosse stato cardiaco ...da cosa potrebbe essere dipeso?

La ringrazio di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Potrebbero essere dolori di pertinenza gastro-esofagea ad esempio.
Buona giornata
cecchini
www.cecchinicuore.org