Utente 198XXX
Genti.mi Dottori. cerchero di essere il piu breve possibile,anche se la mia e una lunga storia. ho grossi problemi con la tachicardia. una volta quasi 10 anni fa,quando avevo 21 anni,ho avuto una forte crisi di tachicardia,nel ambulatorio mi missero un conta batti nel dito e avevo 160 bmp.a dire la verita avevo bevuto un po ed ero in panico pensavo che il cuore si sarebbe fermato. l'ecg non hanno potuto farmelo durante la crisi perche non funzionava.nella sua riceta il medico aveva scrito tachicardia parossistica sopraventricolare.e di effetuare l'ecg ecocardiografia holter 24 ore ed ecg sforzo. ho fatto questi esami trane l'ecg sforzo.e tutto gira sulla tachicardia sinusale. due volte ho fatto l'ecg avendo 140 di battiti.sempre tachicardia sinusale.ecocardiografia risulta tutto nella norma. holter 24 ore eseguito qualche anno fa.questi son i dati. Ritmo sinusale. Sono registrati 22 esv senza significanza. 1 esa,senza irregolarita del av . frequenza sinusale max 140/ med 75/ min 51/. 11 episodi di tachicardia sinusale fc 120-140 con la durata di 3-4 min. ! 4 giorni fa ho avuto un forte episodio di tachicardia ma ho cercato di far il mio meglio visto che sapevo la causa.(un forte emozione.tipo gelosia) anche se ho avuto abbastanza paura. due giorni fa ho avuto un altro episodio sicuramente avevo 160 di batt,mi sono spaventato a morte perche e durato abastanza,e il mio cuore andava al impazzita,ho pensato che si arrestase.dio mio che momenti orribili.mi son spaventato piu perche non mi e sembrato di dar nessun stimolo al mio cuore per battere in quella maniera.oggi ho fatto un ecg e i batt da normali che erano son accelerati fino a 138-139,cmq li ho capito che era una cosa emozionale e la frequenza cmq non era quella di 2 giorni fa. vorrei un vostro consiglio perche sto andando fuori dalla paura che il cuore arresta. avevo questa domanda.nel mio caso si tratta di tachicardia sinusale oppure parossistica sopraventricolare? quali sono gli esami per differnzziare una da l'altra? e pericoloso tutto questo? grazie anticipatamente medicitalia! grazie per i vostri consigli.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la diagnosi delle due forme di tachicardia si effettua solo attraverso l'ECG e quindi a distanza non è possibile darle una corretta diagnosi, tuttavia ciò poco importa, ciò che invece andrebbe valutato è la loro cura, perchè sebbene esse non siano pericolose sono certamente invalidanti per la sua qualità di vita, per cui le consiglio un approccio più psicologico che farmacologico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Gentile.Dr.MARTINO grazie dei suoi consigli. Dr.MARTINO ma tale diagnosi si fa in base alla frequenza o nella iregolarita dei battiti? i miei batt sono sempre stati regolari durante l'ecg. vorrei sapere cosa ne pensa.e poi la frequenza 160 di bat rientra nella categoria sinusale? grazie dei suoi consigli
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In entrambe le forme la regolarità dei battiti è rispettata, ciò che fa la differenza è la presenza di specifiche onde, ovverossia, di specifici segni grafici evincibili solo all'ECG. La diagnosi, in ultima analisi, se si ha a disposizione il suo tracciato elettrocardiografico è abbastanza facile, sempre se correttamente praticato.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo DR.Martino avrei ancora bisogno di una sua opinione.un messe fa ero seduto in un bar e averto una specie di calore al torace,la cosa mi ha fatto spaventare un po.sempre a riposo seduto a casa la sera ho sentito la stessa cosa.nei altri giorni avertivo del fastidio al osso del petto.un giorno avevo come pesantezza nel torace e sono andato al ps dove mi ho fatto un ecg ed era tutto normale. mi sono tranquillizato un po ,ma visto che il fastidio era presente ho deciso di fare un ecocardiogramma ed era tutto nella norma.dopo un paio di giorni ho fatto un ecg sforzo,risultato negativo,interroto un po per stanchezza un po per esermi confuso visto che sono una persona ansiosa,un po di panico quando ho sentito il medico che avevo la pressione 170.in tutto e durato 9 min.sotto sforzo 5 min.non ho avuto dolori al petto. la mia cardiologa a detto che e tutto a posto.io cmq quell bruciore calore non ce lo piu ma il fastidio al petto ce ancora. devo dire che ho dei problemi gastrici e mi e stata diagnosticsta una leggere ernia iatale qualche anno fa.soffro anche di cervicale.vorrei un suo consiglio cosa ne pensa.ho 30 anni non vorrei che fosse un problema coronario.grazie
[#5] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
avrei bisogno di una risposta al piu presto.grazie
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Non vedo come a distanza, senza conoscerla, potrei mai smentire il parere di una collegha, che già le ha dato ampie rassicurazioni.
Stia sereno.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Gentile.Dr.Martino sugli altri esami(ecg.ecocardiogramma) io non avrei nessun dubbio. ma sul test dello sforzo che a me sembra che e durato poco,lei cosa ne pensa,quei pochi minuti sono abbastanza per escludere una patologia.visto la sua esperienza. grazie. cordialmente
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Se ha raggiunto comunque una buona frequenza cardiaca, il test può esser interrotto anche precocemente.