Utente 199XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 35 anni con un problema all'aorta iliaca, a destra e' occlusa mentre a sinistra e' ristretta, cio' e' stato determinato da un angio tac e da una angiografia e da questi esami non si evince un problema arterosclerotico, quindi l'ipotesi potrebbe essere un coagulo di sangue o un embolo che proviene da altrove, questo e' quanto mi e' stato riferito dal mio specialista.
Ora, considerata la mia giovane eta' il dubbio e' se e' meglio eseguire un intervento chirurgico oppure un angioplastica, io personalmente ho paura delle possibili conseguenze legate all'intervento chirurgico pertanto sono a richiedere un vostro consulto.
[#1] dopo  
Dr. Salvatore Ferrari Ruffino
24% attività
0% attualità
8% socialità
MESTRE (VE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
VISTA LA GIOVANE ETA'IN LINEA DI MASSIMA L APPROCCIO MIGLIORE A MIO AVVISO SAREBBE L'INTERVENTO CHIRURGICO .
SEBBENE I TRATTAMENTO ENDOVASCOLARI ABBIANO AVUTO , GIUSTAMENTE UN NOTEVOLE IMPULSO , NEGLI ULTIMI ANNI , LE STESSE TUTTAVIA HANNO DELLE INDICAZIONI SELEZIONATE COME AD ESEMPIO L'ETà DEL PAZIENTE .LA DURATA MAGGIORE NEL TEMPO DEL TRATTAMENTO, INFATTI, è ANCORA A FAVORE DEL BY PASS AL MOMENTO
è CHIARO CHE POI OGNI CASO è UN CASO A SE E QUINDI VA ANCHE VALUTATO COME TALE , CON LE INDAGINI STRUMENTALI ALLA MANO E SOPRATTUTTO CON UNA DIAGNOSI ...IL POTREBBE ESSERE DEVE ESSERE SOSTITUITO DALL'ESSERE... OVVERO PRIMA DI QUALSIASI TRATTAMENTO DEVE ESSERE FATTA UNA DIAGNOSI CERTA