Utente 136XXX
Salve a tutti,
da quasi 2 anni sono affetto da quello che i vostri colleghi definiscono "pseudo-follicolite" della barba causata dall'elevata durezza e conformazione dei peli del mio viso.
Sono stato curato con clindamicina, dalacin t, tetracicline, acido glicolico, vitamina A ma senza nessun considerevole beneficio.
Preciso che per lavoro sono costretto ad effettuare ogni giorno la rasatura nel miglior modo possibile e questo problema sta davvero condizionando la mia vita!
Ultimamente con alcuni esfolianti riesco a tenere sotto controllo la situazione ma il risultato non è come vorrei (e soprattutto com'era un tempo).
Ho notato che questi maledetti peli crescono paralleli alla cute e non perpendicolari come nelle persone "sane".
Non credo di avere una pelle particolarmente delicata ed il mio ultimo dermatologo mi ha confidato che con i farmaci si risolve ben poco considerato che la pseudofollicolite è causata dai peli stessi.
Le mie domande sono due:
Esiste davvero qualche cura o devo rassegnarmi ad avere quel perenne filo di barba sul viso?
In passato non soffrivo di questo fastidio e riuscivo ad ottenere un risultato ottimo senza compromessi. E' possibile pensare ad un'errore di diagnosi e quindi ad una causa batterica o qualcosa di simile?
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

Faccia valutare dal dermatologo la possibilità di effettuare una luce pulsata ad alta intensità per ridurre il diametro e il numero dei peli della barba.

Cordialità