Utente 199XXX
Salve, ho appena ricevuto il seguente referto dal radiologo: "n condizioni basali non immagini di ernie inguinali ma si rileva a livello dell'anello inguinale interno formazione cistica a contenuto sieroso di circa 20 mm di diametro (linfonodo colliquato?).
In situazione erettae con manovra di Valsalva accenno ad impiego di ansia intestinale a livello dll'anello inguinale interno attraverso porta erniaria di circa 5mm di diametro si risolve prontamente alla fine della manovra di ponzamento (punta d'ernia).; la formazione eco priva di tipo cistico precedentemente segnalata non subisce modificazioni.
Conclusioni: punta d'ernia in sede inguinale destra.Utile valutazione specialistica chirurgica." La cosa che mi mette un pò di ansia è che viene richiesta "un'utile valutazione specialistica" e mi viene da pensare che non possa trattarsi di una semplice punta d'ernia. Chiedo quindi se la mia ansia è motivata, perchè francamente leggendo il referto ne capisco poco e potrò consultare il mio medico curante solo tra due giorni.
Grazie di cuore

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La sua ansia non sarebbe motivata in ogni caso, ma come gia' piu' volte ribadito anche dalle pagine di questo sito l'ernia inguinale non si diagnostica con l'ecografia (non e' l'esame adatto per questo...) ma appunto con una visita chirurgica. Per questo le e' stato giustamente consigliato di farla!
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Premesso che la visita specialistica consigliata,è fondamentale.Ritengo che un eccessivo allarme è dato dalla relazione ecografica "formazione cistica a contenuto sieroso,linfonodo colliquato ?"Non ho la pretesa di indovinare,ma spesso all'ernia può associarsi una raccolta liquida chiamata idrocele.Se così fosse,lo specialista le confermerà la banalità del reperto e lei si sentirà più tranquillo.
Saluti