Utente 199XXX
Buongiorno,
vi chiedo un consulto per via di una malformazione cardiaca di una bimba nata 2 giorni fa.io sono lo zio.
in pratica la gravidanza è stata magnifica, nessun problema e, ci si aspettava un parto tranquillo, com'è poi avvenuto.
i genitori sono completamente sani e , in famiglia, non ci sono mai stati casi di problemi cardiaci (come malformazioni)
il problema è che la bimba, fin da subito, ha avuto problemi e l'hanno portata in neonatologia immediatamente.
ieri il primo confronto con i medici che ci hanno detto che la bimba ha un ventricolo più grande dell' altro e che quindi ha una malformazione cardiaca e che oggi la opereranno (vi spiego quello che ci hanno detto e mi scuso se ci saranno delle imprecisioni) facendo passare una canula dall'ombelico per allargare l'aorta e poi vedranno cosa fare del cuore.
le mie domande sono due:
prima, come si fa a non accorgersi che il cuore di un feto ha una malformazione di questo tipo, visto che hanno fatto molti più esami di quelli richiesti per legge?
e, sopratutto, lo so che per voi sarà difficile rispondervi e capirò eventuali frasi come "ci sono troppe variabili" o "abbiamo pochi dati alla mano", ma è pensabile un trapianto cardiaco o un intervento al cuore per una bimba di soli 2 giorni di vita.
premetto che i medici ci hanno detto che non sanno se la bimba ce la farà, e che per ora sono tutti molto disponibili, ma non so se a questo punto ci possa essere gli estremi per una denuncia alla ginecologa che ha fatto le ecografie, a maggior ragione se il cuore è stato controllato più e più volte?.
premetto che ho molta fiducia nel mondo medico e che , tutti i dottori che hanno avuto a che fare con la bimba sono stati molto gentili e pazienti, ma la ginecologa di punto in bianco è sparita.
grazie e scusate per eventuali errori o imprecisioni nella mia descrizione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Gentile signore, la medicina non è una scienza esatta. Il fatto che non sia stata diagnosticata in fase prenatale una malformazione cardiaca è possibile e rientra nel limite della diagnostica ecocardiografica.
Circa la seconda domanda sulla possibilità di un trapianto di cuore, deve sapere che questo non rappresenta una soluzione sempre ottimale. Non è come cambiare il motore di una macchina! Comunque una eventuale decisione in tale senso deve essere presa dai chirurghi a cui vi siete affidati che sapranno senza dubbio consigliarvi al meglio.

Auguri