Utente 385XXX
sALVE A TUTTI, QUESTA NOTTE la mia fistola (forse perchè ultimamente me l'ero toccata piu volte) ha deciso di sevgliarsi, dopo 6 anni di silenzio, (cioè da quandoi l'ho scoperta).... la cosa strana è che mi fa male come se il pus nn riuscisse ad uscire, ma i forellini ci sono proprio perche trattasi di una fistola....stasera o al max domani vorrei recarmi al pronto soccorso per farmi fare l'incisione e il drenaggio, ma vorrei sapere, dato che abito da solo a roma, se dopo posso guidare la macchina o devo necessariamente farmi accompagnare da qualcuno. non vorrei creae fastidi a colleghi o amici vari.
i giorni successivi al drenaggio dell'incisione devo tornare per successive medicazioni?

Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Dipende dall' entita' dei sintomi.
Certo, se puo' farsi accompagnare è meglio.
Si, in genere sono necessarie medicazioni quotidiane i primi giorni. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2007
Salve dottore, allora venerdi mi son recato al Pronto soccorso ma secondo il chirurgo non era da incidere, ha provato a spremerla ma nn usciva nulla anche se i buchini erano presenti, comunque dato che mi ha risposto che in ogni caso nopn era una operazione che facevano in regiome di pronto soccorso, mi ah rimandato alla visita ambulatoriale il giorno dopo e anche qua mi han detto che nn era da incidere se non usciva nulla era perchè non ancora matura. intanto da giovedi sera prendo augmentin 3 volte al dì, da continuare x una settimana, quindi altri 3 giorni oggi compreso, ieri appena ho provato un po a spremere è uscita una gran quantità di pus, e mi seno molto piu liberato, tuttavia, sono rimasti due piccoli "duroni" che non accennano a sciogliersi....

cioè prima la cisti aveva (o almeno cosi mi sembrava al tatto) la forma di una pallina proprio sotto l'osso acro, al centro preciso della piega interglutea, e in stato di "riposo" come è stata x 6 anni, dovevo "mettermi d'impegno a trovarla" perchè si nascondeva bene... ora quella pallina nn la sento piu, ed è come se se avvertissi che si fosse spostata/diramata a Y rovesciata, ovvero al tatto avverto due "pallini" uno che si dirama verso sinistra e l'altro verso destra, della piega interglutea..nn sono grossi coem 3 gg fa, il fastidio è notevolmente ridotto, ma restano ancroa un po' duri... cosa soignifica? si è ingrandita, ha cambiato posizione? faccio bene a "spremere" o devo aspettare che finisca di spurgare da sola? Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
In genere è meglio non traumatizzare rischiando di aumentare la flogosi.